Logo QUALITA 2016 standard EXE

Due punti conquistati nella "Bombonera"

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in NEWS DALLA SOCIETA'

Serie B maschile

DUE PUNTI CONQUISTATI NELLA BOMBONERA

 

AMA SAN MARTINO VOLLEY – LAURINI BUSSETO
2 - 3
(25-20 / 25-17 / 22-25 / 20-25 / 13-15)

LAURINI BUSSETO: Lupi 13, Grassi 17, Boschi 7, Dioni 1, Codeluppi, Moroni 1, Savi 13, Ollari 8, Ruozzi 9, Zilocchi (L). N.e. Manzone. All. Andrea Codeluppi e Alessandro Pizzelli.  SAN MARTINO: Reyes, Mazzali.R. 2, Bellei 3, Santini 13, Maggi 10, Bonfiglioli 13, Fabbiani 24, Caffagni 1, Borghi 8, Managlia (L) N.e. Armani e –mazzali.G. All. Alberto Panciroli.

Arbitri: Chiriatti e Cavalera

Dati:
Durata set: 1°Set. 22min. ; 2° Set.24 min. ; 3° Set.26 min.; 4° Set. 27min. 5° Set. 20 min.
Laurini Busseto: Battuta: 6 punti e 14 errori. Ricezione pos.67% (33%prf); Attacco pt 36 % (53pt. e 13 err.) Muri fatti: 10.
San Martino: Battuta: 5 punti e 10 errori. Ricezione pos.63% (45%prf); Attacco pt 49 % (58pt. e 12 err.) Muri fatti: 11.
MVP del Match: Sandro Fabbiani, opposto San Martino in Rio, 24 punti realizzati.

OllariUna vittoria sofferta, in piena rimonta e del tutto meritata: una grande impresa per Ollari e compagni che riescono finalmente ad espugnare la Bombonera.
Laurini Busseto inizia il match con capitan Ollari in zona quattro e affiancato dal compagno di recaport Grassi, Boschi in cabina di regia e Lupi opposto, e il tandem Ruozzi-Savi in zona tre con Zilocchi libero.
Gli avversari si contrappongono con Bonfiglioli e Borghi in zona quattro, Bellei al palleggio con Fabbiani opposto e Maggi-Santini al centro rete con Managlia libero.
L’arbitro fischia e le danze hanno inizio: le due squadre giocano punto a punto e sin dai primi scambi si respira profumo di agonismo, con un grande pubblico che sostiene i padroni di casa e qualche sostenitore bussetano che cerca di fare del proprio meglio.
Dopo un avvio punto a punto, sono subito i padroni di casa che prendono in mano le redini del match: Laurini Busseto si presenta con una battuta leggera, spesso inefficace, che permette ai reggiani di esprimere al meglio il proprio gioco. Gli attaccanti reggiani mettono in ginocchio il nostro sistema muro-difesa, e le poche occasioni che abbiamo per rimanere attaccati al risultato, vengono sprecate. Dalla panchina entra Dioni al posto di un appannato Lupi, ma ormai è tutto inutile ed il primo set si chiude sul 25-20.
Il gioco riprende ma la sinfonia è sempre la stessa: San Martino gioca con tranquillità e precisione, mentre i nostri ragazzi sembrano in affanno e, nel tentativo di cambiare le sorti del match, forzano sempre di più e mandano il motore fuori giri, commettendo troppi errori. Dalla panchina salgono i rinforzi: dentro Codeluppi per Grassi e Moroni per Boschi. Gli sforzi però sembrano essere vani e anche il secondo parziale è firmato San Martino, trascinato da uno splendido Fabbiani che mette a segno 11 punti in soli due set.
Cambio campo ed il tecnico Codeluppi richiama i suoi per rimettere ordine: per dare una svolta alla partita serve qualcosa in più da parte di ognuno, e i ragazzi sanno bene di non meritarsi il risultato fino ad ora raggiunto.
Sestetti invariati per entrambe le squadre: San Martino continua a partire bene, ma la reazione bussetana non si fa attendere e conquista il primo time-out tecnico sul 7-8. La linea di ricezione mette qualche pallone in più perfetto e Boschi non esita a servire i centrali Ruozzi e Savi che mettono a terra ben 6 palloni; anche dai nove metri cambia la qualità, con qualche errore gratuito in meno e qualche ace in più che fa la differenza. Questa volta è coach Panciroli a cambiare le carte: dentro Caffagni per Borghi e Reyes per Bonfiglioli. Tutto inutile però e sul 22-25 si riapre la partita.
Il gioco riprende e Busseto incontra subito un momento di difficoltà che lo costringe ad inseguire già dai primi punti. Ollari e compagni però sono consapevoli di non voler vanificare quanto fatto nel parziale appena concluso e rimettono ordine in campo. Questa volta è Busseto a dominare la scena che gli permette di volare dal 12-16 al 16-21. Sul finire però la palla scotta sempre più e qualche esitazione di troppo fa prendere coraggio ai padroni di casa che mettono a segno punti importanti. Dalle retrovie entra ancora Codeluppi per Grassi e Moroni per una maggior qualità del servizio: i cambi danno i risultati sperati e sul 20-25 si va al tie-break.
La tensione sale da ambo i lati e le due squadre si giocano la vittoria punto a punto. Ogni palla vale la vittoria ed ogni punto ripaga gli sforzi fatti sino ad ora: Ollari e Grassi prendono per mano la squadra e la portano sino al 15-13 finale che regala due punti importantissimi per la classifica e per il morale.

Onore e merito ad entrambe le squadre che hanno disputato una partita eccezionale, ricca di agonismo e tanto spettacolo. Un applauso particolare per Laurini Busseto che ha dimostrato una grande prova di maturità, riuscendo a risolvere una partita iniziata nel peggiore dei modi.

A.P.

I nostri sostenitori

 tornimec 2   Laurini officine meccaniche logo acl akomag 

  parametrica LogoMinozzi     occhi Tinelli new  

Logo AXA 1  FerrariEBedini  Fratelli Finettilogo alleroncole 20022014 

LogoQBM  avis  Bottega della carne roncheiServizitalia 1