B2: Chi l'ha visto?

Scritto da Alessandro Pizzelli Il . Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
Chi l’ha visto?
 
Akomag Busseto – United Service
0 – 3
(17 – 25 / 16 – 25 / 19 – 25)
 
(Akomag: Pizzelli 2, Grassi 4, Armeti 4, Sarubbi, Cattani 1, Lupi 12, Mordonini 5, Moroni, Savi 5, Ruozzi 6, Filippi 1 (L). N.e. Dioni. All. Ferrari Simone e Buzzetti Alex.
United Service: Santini 1, Perrella 4, Bernardelli, Di Bernardo 11, Bigliardi 2, Milani 3, Canulli 10, Grilli 8, De Marco 12, Costi, Guarnieri 1 (L). N.e. Dalboni e De Santi. All. Costi James e Frignani Marco.)
 
“Chi l’ha visto?” Sembra proprio questo il titolo più adatto per descrivere l’ultima prestazione casalinga dell’Akomag Busseto. Una partita in cui tra le fila bussetane non si è visto praticamente nulla; dall'altra parte gli ospiti non hanno fatto sconti a nessuno e si sono imposti con un dirompente 3 – 0 in poco più di un’ora di partita. Ma andiamo con ordine…
Nel sestetto di partenza l’Akomag schiera Sarubbi al palleggio con Lupi opposto, Grassi ed Armeti sulla diagonale opposta e Ruozzi e Pizzelli al centro, con Filippi libero. Fin da subito trapelano le prime difficoltà in ricezione e gli ospiti si portano subito in vantaggio 2-8. Una volta ottenuto il cambio palla però le cose non cambia e in un baleno il risultato si porta sul 8-16. Con otto punti di differenza il Busseto non riesce a recuperare ed inizia la corsa per cercare di ripaprire la partita. Nel secondo parziale Ferrari cambia gioco e da spazio a Moroni e, poco dopo, fa entrare anche Savi al posto di Pizzelli. Il risultato purtroppo non cambia: la squadra è sempre più disordinata, non si vede correlazione tra muro e difesa e le consegne tattiche iniziano a non essere rispettate. Entra anche Mordonini al posto di Grassi e, sul finire, si prova anche la carta del doppio cambio con Cattani e Sarubbi al posto di Moroni-Lupi. Gli avversari però continuano a martellare e dal 8-16 si portano sul 16-25, aggiudicandosi anche il secondo set. Nell’ultima frazione di gioco Ferrari prova dare spazio sin dall’inizio a Mordonini al posto di Grassi, a Moroni in regia, e alla coppia di centrali Savi-Ruozzi. Le cose però non vanno per il verso giusto e la partita continua ad essere a senso unico: i reggiani senza troppa fatica vincono anche l’ultimo parziale e si aggiudicano i tre punti.
Dopo questa brutta prestazione i ragazzi di Ferrari si sono ritrovati lunedì in palestra ed hanno fatto il punto della situazione: consapevoli di aver giocato nettamente al di sotto delle proprie possibilità, si è cercato di capire i motivi di così tanta disattenzione durante il gioco e ci si è rimessi subito al lavoro per rimediare.
Il prossimo obiettivo si chiama Campegine e se si vuole andare in terra reggiana alla ricerca di punti, bisogna lasciarsi alle spalle la partita con Campagnola e lavorare duramente, a testa bassa, per migliorare sia individualmente, sia come collettivo.
 
A.P.

I nostri sostenitori

  • AclLogo150px  Logo ovale nuovo slogan SICIM   akomag
  • avisLogoMinozziBottega della carne
  • Fratelli Finettilogo alleroncole 20022014tornimec 2   Logo MEZZADRI 1