marchio qualit 18 web

"Incubo" Merate: l'Akomag cede al tie-break

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
“INCUBO” MERATE: L’AKOMAG CEDE AL TIE-BREAK
Il Busseto chiude al sesto posto e Merate si salva.
 
Merate - Akomag Busseto
3– 2
(25-23 / 25-21 / 22--25 / 28-30 / 15-10 )
 
(Akomag Busseto: Lupi 17 , Bertuzzi 17 , Sarubbi 2, Savi 8 , Ollari 8, Grassi 13 , Dioni 5, Moroni 2, Benecchi (L). N.e. Pellegrini 5, Durante 2. N.e. Pizzelli.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Merate: Colombo, Marchesi, Cremona 17, Orsi 15, Cicognini 9, Trittini, Cosa 10, Perego 17, Brambilla 8, Cereda(L). N.E.Gualtieri, Cereda, Gerosa. All. Invernici e Comi. )
 
Arbitri: Mamprin e Rezzonico
Durata set: 1°Set 29 min. 2°Set 30. min. 3°Set.34 min..4°Set. 37 min. 5°Set. 16 min.
Akomag: Ricezione: 60% (Prf.39 #); Attacco: 64 punti e 15 errori; Battuta: 2 punti e 11 errori; Muro punti 14.
Merate: Ricezione: 67 % (Prf.32 #); Attacco: 59 punti e 9 errori; Battuta: 3 punti e 11 errori; Muro punti 14.
 
Squadra esultaA Calusco d’Adda l’Akomag Busseto chiude la stagione con altri due punti in tasca e la consapevolezza di aver dato il massimo;i padroni di casa, invece, conquistano la vittoria e riescono a mantenere la categoria nazionale.
Mister Codeluppi decide di iniziare il match con Sarubbi in cabina di regia e Lupi opposto, Grassi e Pellegrini in zona quattro e Bertuzzi-Savi al centro rete con Benecchi libero; Ruozzi e Fiorentini, ancora alle prese con problemi fisici, sono costretti a guardare il match dalla tribuna. Merate si contrappone con il sestetto tipo che vede Cosa al palleggio con Cremona opposto, Brambilla e Perego al centro con Cereda libero e, a chiudere, gli attaccanti di zona quattro Orsi e Cicognini.
L’Akomag inizia con il freno a mano tirato e non sembra entrare mai veramente in gioco; gli avversari invece sono motivati più che mai e spingono subito sull’acceleratore. Nonostante la netta contrapposizione caratteriale, i padroni di casa non riescono mai a prendere il largo e Busseto è sempre aggrappato al risultato. Sul finire però Merate è più incisiva e commette meno errori e si porta sul definitivo 25-23.
Il secondo set inizia con la stessa formazione e anche l’andamento del match non subisce grossi cambiamenti: al secondo time-out tecnico Busseto conduce per 16-15, ma in un batter d’occhio il tabellone passa sul 18-21. Gli attaccanti dei verdiani sono sempre meno incisivi e, in compenso, un muro scomposto e disordinato permette agli avversari di andare a nozze. Mister Codeluppi gioca la carta del doppio cambio con Moroni-Dioni al posto di Lupi-Sarubbi; nulla da fare e i padroni di casa volano sul 2-0.
Il terzo parziale inizia con Ollari in campo al posto del giovane Pellegrini. Sulla scia dei due set precedenti Merate acquista sempre più sicurezza e Busseto va in tilt. La sfortuna dimostra ancora una volta di essersi affezionata alla nostra metà campo e, dopo pochi minuti, Grassi è costretto a lasciare il campo zoppicando; al suo posto entra Durante che come ormai ci ha dimostrato, risponde subito “presente”. Punto dopo punto i nostri ragazzi ritrovano l’orgoglio e riescono a recuperare: gli errori in attacco diminuiscono drasticamente e anche il gioco avversario inizia a farsi più falloso. Viene chiamato ancora il doppio cambio e questa volta da i risultati sperati: sul 22-25 la partita si riapre.
Il gioco riprende con Moroni al palleggio e Durante-Ollari in posto quattro. Dopo i primi tre parziali in cui si è vista una ricezione non troppo brillante, le percentuali iniziano ad aumentare e anche l’attacco ne raccoglie i frutti. Adesso è l’Akomag che ha in pugno il gioco e vola dal 13-16 al 18-21, facendo sperare in un risultato ormai scontato; i padroni di casa però non gettano la spugna ed anzi, vogliono i 3 punti per assicurarsi la salvezza .Palla dopo palla riaprono il risultato e portano il set ai vantaggi: Ollari e compagni sprecano molto, ma riescono solo a spuntarla ai vantaggi.
Il match si decide al tie-break: un quinto set che per l’Akomag vale l’orgoglio di chiudere con cinque vittorie consecutive, mentre per Merate vale la salvezza. Ollari e compagni sono stanchi e iniziano con il piede sbagliato. Sul cambio campo c’è una piccola reazione, ma il punteggio è fermo sul 12-9 e lascia poche speranze. Su 21 attacchi ne vengono realizzati solo 7, ed è così che la stagione 2015/16 si chiude sul 15-10.
I due punti conquistati non permettono di scavalcare San Martino, e l’Akomag chiude al sesto posto in classifica, con 31 punti, 11 vittorie ed altrettante sconfitte. Merate si conferma la “bestia nera” del Busseto: l’unica squadra, tra quelle arrivate nella parte bassa della classifica,ha vantare due vittorie nei rispettivi match contro i verdiani.
 
A.P.

I nostri sostenitori

AclLogo150px  Logo ovale nuovo slogan SICIM  Corteauto Logo    akomag 

avis   parametrica LogoMinozzi     tornimec 2Fratelli Finetti 

occhiLogo AXA 1    logo alleroncole 20022014 

    Bottega della carne roncheiServizitalia 1  Logo MEZZADRI 1