marchio qualit 18 web

ACL CORTEAUTO CI PROVA, MA NON BASTA!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B, comunicato numero 14, 1/12/2018

ACL Corteauto ci prova, ma non basta!
Lutto al braccio per il Busseto Volley che scende in campo contro la Pallavolo Novi.

ACL CORTEAUTO BUSSETO VOLLEY – AS PALLAVOLO NOVI
1 – 3
(21-25 / 23-25 / 25-19 / 25-27)

(Busseto Volley: Lupi 10, Orsi, Menichetti 13, Zurlini, Pellegrini, Bovio 4, Codeluppi 15, Allesch 16, Ruozzi 4, Colombo (L). Non entrati: Manzone e Decastri. All. Andrea Codeluppi, Alessandro Pizzelli. Dir. acc. Mattia Ruozzi 6.
Novi: Romagnano, Volpara, Corrozzatto 2, Prato 1, Zappavigna 14, Moro 12, Guido 3, Capettini 4, Bettucchi 1, Belzer 7, Scarrone 26, Quaglieri (L1), Bassanese (L2). All. Quagliozzi e Repetto.)

Arbitri: Stefano Bosio e Alessandro Falavigna

Statistiche:
Durata set: 27min,; 29min.; 35min.; 33 min.
Busseto Volley: ricezione 70% pos. (43%prf.); attacco 34% pos. (44pt., 11 err.); battuta 9 err. e 4 ace; Muri realizzati 14.
Novi: ricezione 64% pos. (44%prf.); attacco 47% pos. (57pt., 10 err.); battuta 13 err. e 2 ace; Muri realizzati 11.

 

Una settimana estremamente dolorosa per il Busseto Volley che ha pianto la scomparsa di Nicolas e, questo fine settimana, è comunque chiamato a scendere in campo contro Novi Ligure: una partita giocata con il lutto al braccio e con il cuore pieno di tristezza e dolore; in queste occasioni ogni cosa passa in secondo piano e tutto si ferma, immobile, come se quel minuto di silenzio continuasse all’infinito.
Ma lo Sport è anche un mezzo per affrontare e cercare di superare questi ostacoli immensi e farlo tutti assieme, come una vera squadra e così, dopo essersi riuniti a centro campo, ecco che inizia la battaglia.
Nessun “effetto sorpresa” da entrambe le parti che schierano i due sestetti tipo: Bovio, Lupi, Ruozzi, Menichetti, Allesch, Codeluppi e Colombo libero nella metà campo bussetana; Corrozzatto al palleggio e l’esperto Moro opposto, Scarrone e Romagnano sulla diagonale di zona quattro ed i centrali Belzer e Zappavigna con Quaglieri libero nella parte piemontese.
Busseto inizia in salita il match, faticando più del dovuto nel mettere a terra i palloni e cercando inutilmente nuove traiettorie che portano troppo spesso ad errori. Fortunatamente qualche muro riesce a tenere in partita i nostri ragazzi, ma non è sufficiente e gli ospiti chiudono il primo parziale sul 21-25.
Nel secondo set ACL Corteauto parte decisamente meglio e riesce a guidare per gran parte del parziale, ma si fatica sempre troppo per ottenere punti e, sul 17 pari, dalla panchina entra prima Pellegrini per Lupi, e dopo Zurlini per maggior pressione in battuta. Anche dalla parte avversaria viene chiamato in causa Volpari che riesce a mettere pressione al nostro cambio palla sino a quando, sul finale, le troppe incertezze condannano ancora una volta i bussetani che non riescono a concretizzare.
Cambio campo e ogni giocatore deve resettare per ripartire: è necessario fare meglio in ogni reparto ed in ogni singola azione. Dalla metà campo avversaria entra il palleggiatore Prato, mentre restano invariati gli altri reparti. La reazione di Ruozzi e compagni arriva e, finalmente, si vede un gioco meno falloso e molto più fluido ed ordinato. I piemontesi non mollano mai la presa e, al fine di sfruttare al meglio l’attacco su tutta la rete, giocano la carta del “doppio cambio” con il ritorno in campo del palleggio Corazzatto e l’opposto Bettucchi: la mossa funziona e permette agli ospiti di rifarsi sotto con il punteggio. Il Busseto però non vuole sprecare ancora l’occasione e gli attacchi di Menichetti e Codeluppi, con il contributo di Allesch al servizio riescono a riportare l’onda di entusiasmo che, con un ace di Daniel, permette di riaprire il match.
Il quarto parziale è sempre difficoltoso per l’ACL Corteauto che è subito in affanno e continua a litigare con il servizio: la poca pressione rende la vita degli avversari sin troppo semplice e le mani sapienti del palleggiatore riescono a smistare al meglio il gioco. Sul finale però l’orgoglio bussetano scuote gli animi e Busseto, complice un muro di Ruozzi sul finale, porta il tabellone sul 24-22 e fa assaporare il gusto del tie-break. Ma il volley non perdona e, alla prima occasione non sfruttata al meglio, gli avversari ne approfittano e chiudono il match sul 25-27.
Per riuscire a restare sempre in partita serve maggiore continuità, maggior concretezza nei momenti chiave e tenere sotto controllo il numero degli errori che, partita dopo partita, si dimostra essere tra gli aspetti più determinanti.

Forza ACL CORTEAUTO!!

A.P.

I nostri sostenitori

AclLogo150px  Logo ovale nuovo slogan SICIM  Corteauto Logo    akomag 

avis   parametrica LogoMinozzi     tornimec 2Fratelli Finetti 

occhiLogo AXA 1    logo alleroncole 20022014 

    Bottega della carne roncheiServizitalia 1