marchio qualit 18 web

LAURINI BUSSETO, SI PARTE!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B.
LAURINI BUSSETO, SI PARTE!
 
Sesto posto in classifica, 31 punti conquistati con 11 partite vinte ed altrettanto perse: queste erano le parole ed i dati con le quali si concluse la stagione 2015-16 dell’Akomag Busseto.
L’espressione “… di acqua sotto i ponti ne è passata…” credo che sintetizzi al meglio questa pausa estiva: telefonate, e-mail, trattative e lunghe chiaccherate hanno preso il posto del volley giocato. Come preannunciato è arrivata la tanto attesa riforma federale dei campionati che ha portato ad unire i due campionati di serie B1 e B2, in una serie B unica, composta da 120 squadre (più 6 squadre in attesa di ripescaggio) suddivise in 9 gironi. Questo ha imposto alla Società un approccio totalmente differente che ha toccato sia gli aspetti organizzativi sia quelli tecnico-tattici.
È stato anche il momento dei saluti che hanno toccato alcuni dei protagonisti della stagione appena conclusa: dal giovane Pellegrini al regista Sarubbi, passando per gli schiacciatori Fiorentini e Durante, il centrale Bertuzzi e per concludere con il libero Benecchi. Tutti atleti che hanno condiviso con noi vittorie e sconfitte e che, allenamento dopo allenamento, hanno contribuito a raggiungere il risultato finale.
A loro è rivolto un sentito “GRAZIE” ed un grande “In bocca al lupo” per il futuro!!
 
Laurini officine meccanicheÈ quindi tempo di voltare pagina e, come ogni anno, scrivere un nuovo capitolo …
Sul foglio bianco che ci troviamo di fronte la prima parola riguarda proprio la carta d’identità di questa nuova squadra: LAURINI BUSSETO sarà il nome della squadra che parteciperà al campionato nazionale di serie B. Al suo fianco resterà anche lo storico marchio AKOMAG, che ormai da anni sostiene il nostro progetto e a cui va un sentito ringraziamento.
Tra innumerevoli novità, resta invece invariato lo staff tecnico: sulla panchina siederà ancora coach Andrea Codeluppi che, con l’esperienza e la professionalità che lo contraddistinguono, sarà un valore aggiunto per l’intera Società. Al suo fianco sempre Alessandro Pizzelli, ma questa volta con un anno in più d’esperienza in questo ruolo da mettere a disposizione della squadra. Confermatissimo anche il preparatore atletico Andrea Solari: sarà fondamentale il suo aiuto durante l’anno per pianificare al meglio il lavoro in sala pesi, in modo da mantenere una condizione fisica costante e competitiva.
Come preannunciato, anche il rettangolo di gioco vede diverse novità rispetto alla scorsa stagione, ma di questo ci sarà modo di parlarne nei prossimi giorni, giusto per assaporarle poco per volta.
Una cosa è certa: campionato nuovo, squadra in gran parte nuova, ma la voglia di mettersi in gioco è quella di sempre!! Quest’anno più che mai abbiamo bisogno dell’aiuto e del sostegno di tutti voi, CONTINUATE A SEGUIRCI!
 
Mi raccomando, questa sera tutti a tifare ITALIA, in questa magnifica atmosfera olimpica.
 
A.P.

Ultimo appuntamento per l'Akomag Busseto!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile
 
Ultimo appuntamento per l’Akomag Busseto.
Capitan Ollari: “vogliamo chiudere in bellezza!”.
 
L’Akomag Busseto chiude il campionato in trasferta, precisamente in quel di Merate: appuntamento domani sera alle ore 21.00.
I ragazzi di coach Codeluppi, che arrivano da quattro vittorie consecutive, attualmente si trovano al sesto posto in classifica: sono 30 i punti conquistati nelle 21 gare disputate, con 11 vittorie all’attivo. Dall’altra parte della rete ci sarà la formazione locale guidata da mister Invernici, ferma al nono posto e impegnata nella "corsa salvezza" nell’ultimo match della stagione.
Classifica B2La classifica parla chiaro: mentre Carate e Offanengo sono matematicamente retrocesse, sono ben quattro le squadre che si giocano il pass per la B unica della prossima stagione: Audax, Merate e Seriate si trovano tutte a 24 punti, mentre Azzano è sola a 25 punti.
Anche il calendario parla chiaro e la ventiduesima giornata di campionato, che prevede il fischio di inizio alle ore 21.00 per tutte le partite, non fa sconti a nessuno: se Merate si gioca la salvezza contro Busseto, ad Azzano arriva il fanalino di cosa Carate, mentre Seriate è impegnata in quel di Offanengo. Altro match decisivo è quello che si disputa nel capoluogo parmigiano tra Audax Parma e San Martino in Rio.
Insomma, dopo mesi e mesi passati a darsi battaglia, il campionato rimane vivo sino all’ultimo.
Ollari e compagni, nonostante la salvezza raggiunta ormai da due settimane, non mollano la presa e dopo la vittoria al tie-break contro Viadana sono decisi a puntare al quinto posto. Nonostante qualche problema fisico (ormai una consuetudine per l’Akomag) e altre indisposizioni per impegni lavorativi, i nostri ragazzi hanno svolto regolarmente le tre sedute di allenamento e sono pronti per l’ultimo appuntamento della stagione.

Forza Akomag, vogliamo chiudere in bellezza!
 
A.P.

Akomag: una vittoria che convince!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG: UNA VITTORIA CHE CONVINCE!
Arriva il primo 3-0 della stagione: Seriate ko.
 
Akomag Busseto – Aurora Seriate
3– 0
(25-18 / 25-19 / 25-16 )

(Akomag Busseto: Lupi 16 , Bertuzzi 8 , Sarubbi 2, Savi , Ollari 11 , Ruozzi 5 , Grassi 16 , Benecchi (L). N.e. Pellegrini , Moroni, Durante e Dioni.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Aurora Seriate: Beretta 9, Brembilla 4, Salmaso 9, Marcassoli 1, Previtali 3, Valoti 1, Pesina 3, Cortesi 2, Fumagalli(L). N.e. Rota, Nicoli e Pedersoli. All. Gilera e Alessio)
 
Arbitri: Vitelli Giancarlo e Scarpulla Federico
Durata set: 1°Set 27 min. 2°Set 27. min. 3°Set. 22 min.
Akomag: Ricezione: 74 % (Prf.40 #); Attacco: 41 punti e 6 errori; Battuta: 5 punti e 7 errori; Muro punti 12.
Seriate: Ricezione: 48 % (Prf. 27 #); Attacco: 25 punti e 3 errori; Battuta: 3 punti e 7 errori; Muro punti 4.
 
Nicola Grassi, schiacciatore.
2 2L’Akomag Busseto fa suo il match salvezza con il suo primo 3-0 stagionale e si allontana dalla zona rossa.
Coach Codeluppi si affida alla sua formazione tipo e schiera Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, capitan Ollari e Grassi sulla diagonale opposta e Ruozzi-Bertuzzi al centro rete con Benecchi libero.
I bergamaschi di Seriate si contrappongono con Cortesi al palleggio e Valoti opposto, Salmaso e Previtali in posto quattro ed i centrali Pessina e Beretta alternati dal libero Fumagalli.
L’Akomag parte subito decisa e concentrata, limitando al minimo il numero degli errori e mostrando grande ordine nella fase muro-difesa. Sarubbi riesce a servire al meglio i suoi attaccanti che chiuderanno la prima frazione di gioco con soli tre attacchi murati e zero errori. Gli avversari non riescono a ingranare e sul finire provano anche la carta del doppio cambio con Marcassoli e Brembilla che entrano rispettivamente al posto di Valoti e Cortesi; il Busseto invece non altera gli equilibri in campo e viene chiamato in causa solo il centrale Savi per mettere in difficoltà la ricezione bergamasca. Senza troppi problemi i nostri ragazzi conquistano il primo set 25-18.
Il match riprende con i sestetti invariati, e anche la musica rimane invariata: l’Akomag parte subito forte e comanda la prima parte del parziale. Gli avversari però ci credono ancora, mentre i nostri, forse peccando di spavalderia, sbagliano troppo e al secondo time-out tecnico il punteggio è fisso sul 16-15. Coach Codeluppi richiama all’ordine i suoi, ricordando loro il valore della posta in palio: i ragazzi tornano sul parquet di gioco più carichi che mai e riprendono a giocare ordinati e precisi. Sul finire entra sempre Savi al posto di Ruozzi, mentre Seriate riprova il doppio cambio;ormai però tutto è deciso e anche il secondo set si chiude 25-19 per il Busseto.
Il sestetto verdiano rimane invariato, mentre nell’altra metà campo mister Gilera fa ruotare i suoi e mette l’opposto Valoti ai box, spostando Previtali opposto e Brembilla in posto quattro . L’Akomag però non si fa problemi e mostra sin dai primi scambi di avere fame di vittoria e di non voler ripetere alcun passo falso: palla su palla allunga il passo e dall’8-4 si porta sul 16-9. Gli avversari non riescono a trovare soluzioni e mister Gilera prova a cambiare il palleggiatore Cortesi con Marcassoli. I bussetani però non fanno sconti ed anzi, una volta migliorata la qualità della ricezione, gli attaccanti riprendono a martellare e a far male alla difesa avversaria.
Ollari e compagni chiudono il match sul 25-16, conquistando il primo 3-0 stagionale ma, soprattutto, mettendo in tasca 3 punti fondamentali in chiave salvezza. Finalmente si è vista una grande prestazione di tutta la squadra: una squadra ordinata, che rispetta le consegne tattiche e senza i famosi “buchi neri” che hanno fatto fare troppi passi falsi nelle partite scorse. Nell’euforia collettiva si sono distinti l’opposto Lupi e lo schiacciatore Grassi, che chiudono il match con 16 punti ciascuno.
In questa domenica di sole e di primavera i ragazzi possono finalmente godere della bella vittoria, ma da domani inizia un altro film che si chiama Offanengo, altro sipario determinante per restare nel campionato nazionale.
 
BRAVA AKOMAG!!
 
A.P.

L'Akomag getta la spugna al quinto set!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
L’AKOMAG GETTA LA SPUGNA AL QUINTO SET
In tasca rimane solo 1 punto: troppi errori e poca lucidità.
 
Akomag Busseto – Ama San Martino
2 – 3
(21-25 / 28-30 / 25-12 / 25-12 / 6-15)
 
(Akomag Busseto: Lupi 14 , Bertuzzi 11 , Sarubbi 2, Durante2, Dioni 5, Moroni 1, Savi, Ollari 10, Ruozzi 9, Grassi 18, Benecchi (L). N.e. Pellegrini . All. Codeluppi e Pizzelli.
San Martino: Barigazzi 1, Mazzali 15, Bellei 1, Gozzi 1, Santini 1, Maggi 9, Soprani 8, Bonfiglioli 12, Verrini 1, Garuti 2, Borghi 6. Managlia (L1), Bonfiglioli (L2). All. Panciroli e Pelloni)
 
Arbitri: Gallo Michele e Spiazzi Ivan.
Durata set: 1°Set 26 min. 2°Set. 36 min. 3°Set. 22 min. 4°Set. 22 min. 5°Set. 15 min.
Akomag: Ricezione: 56% (Prf.36#); Attacco: 54 punti e 14 errori; Battuta: 5 punti e 11 errori; Muro punti 12.
San Martino: Ricezione: 47% (Prf.21 #); Attacco: 42 punti e 21 errori; Battuta: 2 punti e 6 errori; Muro punti 14.
 
Ruozzi Simone, centrale.
17.17Akomag-San Martino: una sfida chiave per allungare dalla zona rossa, per riconquistare una vittoria davanti al pubblico amico, per riscattare la brutta prestazione dell’andata. Una sfida importante insomma che l’Akomag non affronta nel migliore dei modi e si arrende al quinto set: un punto che forse salva “l’onore” e forse la classifica.
Codeluppi può finalmente contare su una rosa più eterogenea e decide di affidarsi a Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, Grassi-Durante in posto quattro e Ruozzi-Bertuzzi al centro rete con Benecchi libero. Gli avversari si contrappongono con Bellei al palleggio e Mazzali opposto, i centrali Maggi e Soprani con Managlia libero, ed in posto quattro partono Bonfiglioli e Borghi.
Il match inizia punto a punto, con entrambe le squadre che non risparmiano nulla e spingono subito sull’acceleratore. Al secondo time-out tecnico San Martino conquista un break di vantaggio, mentre Busseto cerca sempre di inseguire, fecando i conti con una ricezione non ottimale e percentuali in attacco che non convincono. Coach Codeluppi gioca la carta del doppio cambio con Moroni-Dioni al posto di Sarubbi-Lupi,ma non basta e, sul finire, viene chiamato in causa anche capitan Ollari (lontano dal parquet di gioco da circa un mese, ndr) al posto di Durante. I reggiani però non lasciano scampo e chiudono la prima frazione di gioco sul 25-21.
Il gioco riprende con Ollari in campo sin dall’inizio e con San Martino che continua ad imporre il proprio gioco sino al 4-8. L’Akomag però riordina le idee e inizia a recuperare, limitando gli errori sia in contrattacco e sia dai nove metri; anche questa volta ritornano in campo Moroni-Dioni per Sarubbi-Lupi e il Busseto si porta su un “rassicurante” 21-16. Un rassicurante virgolettato non casuale: sul finire, infatti, gli avversari dimostrano di esserci ancora e con una grande organizzazione muro-difesa (7 muri solo in questo parziale) riaprono il set. Entra anche Savi al posto di Bertuzzi, ma l’Akomag è incapace di sfruttare due occasioni decisive e, se è vero che sul treno bisogna salirci quando passa, l’occasione verdiana è già passata per ben due volte ed ora tocca a San Martino che prende la palla al balzo ed alla prima occasione chiude sul 30-28.
Cambio campo e gli animi si scaldano, con la metà campo Bussetana che si accorge di aver sprecato tanto, troppo, e cerca motivazioni per dare la svolta alla partita. L’arbitro fischia la ripresa del match e Moroni prende il posto di Sarubbi, con Ollari sempre in posto quattro ed il resto della formazione invariato.
Ecco la quiete dopo la tempesta.
Busseto gioca a testa bassa, con ordine e precisione, senza mai uscire dagli schemi e applicando al meglio le consegne tattica che arrivano dalla panchina. Il servizio inizia ad essere più incisivo ed anche il nostro muro inizia arginare gli attacchi avversari; nell’altra metà campo i reggiani sono costretti a forzare il gioco che li costringe spesso all’errore. L’Akomag sembra aver trovato la ricetta giusta e chiude il terzo set 25-12.
San Martino è spaesato, mentre l’Akomag ha le redini del match e, con il sestetto invariato, continua a martellare e dettare il ritmo del gioco. Il tecnico Panciroli prova a cambiare le carte in tavola ma è tutto inutile, anche il quarto set è targato Akomag Busseto. La ricezione verdiana torna ad essere quella di sempre e anche gli attaccanti trovano soluzioni alternative al muro avversario. Sul finire Savi prende il posto di Bertuzzi e Sarubbi-Dioni quello di Lupi-Moroni: senza se e senza ma anche il quarto set termina 25-12 e si va al tie-break.
L’ultimo parziale inizia con una indecisione arbitrale e due errori: sicuramente non il massimo per il set che decide la partita e termina ai 15; le conseguenze, purtroppo, non tardano ad arrivare con gli avversari che ne approfittano e volano sul 6-10. Ancora una volta ritornano in campo Dioni e Sarubbi, ma la storia non cambia e tra ace subiti, attacchi sbagliati e distrazioni nell’organizzazione di gioco, gli avversari chiudono il match su un umiliante 15-6.
 
Nelle tasche dell'Akomag Busseto rimane un misero punticino che fa tornare la squadra negli spogliatoi con la consapevolezza di aver buttato via troppo nei primi due parziali, di aver avuto poca lucidità di gioco e, ancora una volta, rimane un amaro in bocca per il risultato mancato: un amaro che ormai inizia ad essere un retrogusto abituale nelle cene post partita del sabato.
La prossima settimana si andrà a Mantova e li bisognerà cambiare registro se si vuole lottare per conquistare punti importanti in chiave salvezza.
 
A.P.

 

Akomag: partita da dimenticare

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG: PARTITA DA DIMENTICARE
Troppi errori per una vittoria: Merate ne approfitta e vince da tre punti!

Akomag Busseto – AS Merate
1 – 3
(24-26 / 25-22 / 22-25 / 19-25)
 
(Akomag Busseto: Lupi 13, Bertuzzi 18, Sarubbi 1, Durante, Moroni, Ruozzi 9, Ollari 12, Grassi 14, Benecchi (L)., Pellegrini 1. N.E. Savi e Pizzelli. All. Codeluppi e Pizzelli. Merate: Marchesi, Cremona 8, Gerosa 8, Orsi 11, Cicognini 11, Trittini 2, Cosa 3, Perego 8, Brambilla 3, Cereda (L). N.E. Cereda (L2), Colombo, Gualtieri. All. Invernici e Comi).
 
Arbitri: Stretti Carla e Coppola Davide.
 
Durata set: 1°Set 29 min. 2°Set. 27min. 3°Set. 28 min. 4°Set. 28 min
Akomag: Ricezione: 60% Pos. (33#); Attacco: 53 punti e 16 errori; Battuta: 2 punti e 10 errori; Muro 14 punti.
Merate: Ricezione: 49% Pos. (16#); Attacco: 39 punti e 7 errori; Battuta: 6 punti e 8 errori; Muro 9 punti.
 
Immagine articoloUltimo match del girone d’andata per l’Akomag Busseto che, mostrando un gioco disordinato e con troppi errori, lascia la strada spianata a Merate che si aggiudica i tre punti senza troppa fatica.
Mister Codeluppi schiera il sestetto tipo con Sarubbi in regia e Lupi opposto, al centro rete Bertuzzi e Ruozzi, sulla diagonale di zona quattro capitan Ollari e Grassi e Benecchi responsabile del reparto difensivo. Merate inizia con Cosa al pallegio e Cremona opposto, gli schiacciatori Cicognini –Orsi, al centro Gerosa e Perego con Cereda libero.
Dopo un inizio punto a punto in cui entrambe le squadre si studiano, Busseto cambia passo e impone il proprio ritmo allungando il punteggio sul 16-10. Time-out tecnico e inizia un’altra partita: Ollari e compagni commettono un errore dopo l’altro e gli avversari ne approfittano recuperando il distacco. Mister Codeluppi prova a giocare la carte Moroni per Sarubbi ma, nonostante il vantaggio del 21-18, l’Akomag ha più il controllo del gioco e riesce incredibilmente a perdere il primo set 24-26.
Un inizio sicuramente non dei migliori insomma, ma che altrettanto sicuramente sprona Ollari e compagni a reagire e cambiare atteggiamento. Il gioco riprende con i sestetti invariati e le due squadre che continuano a giocare a punto. Al secondo time-out tecnico Busseto è ancora avanti, ma questa volta è solo un punto a fare la differenza: 16-15 e il timore è quello di ricommettere lo scivolone del primo set. Entra Durante al posto di un Ollari in difficoltà e la squadra, senza pensarci tropo su, chiude il set sul 25-22 e riporta il match in parità.
Cambio campo ed il gioco riprende con Durante in campo sin dal primo punto. L’Akomag però non gioca come dovrebbe: commette quattro errori in battuta, uno in ricezione e cinque in attacco; Merate dal canto suo sfrutta al meglio gli attacchi di Orsi e gestisce il vantaggio per tutto il parziale. Sul finire ritorna in campo capitan Ollari, ma nulla da fare ed i nostri ragazzi cedono sul 25-22.
Il match riprende con Moroni al palleggio e Ollari nuovamente in zona quattro. Nel set in cui ci si deve giocare il tutto per tutto, Busseto “non pervenuto”. Questa volta la qualità della ricezione migliora, ma dalla prima linea non si riesce a mettere la palla a terra ed anzi si commettono sempre troppi errori. Dal 10-16 il punteggio vola sul 14-21. Coach Codeluppi opta per il doppio cambio, facendo entrare Sarubbi ed il giovane Pellegrini al posto della coppia Moroni-Lupi. Sul finire si intravede all’orizzonte l’orgoglio bussetano, ma ormai è troppo tardi ed i giochi si chiudono sul 19-25 per Merate.
 
Una brutta prestazione per l’Akomag che chiude il girone d’andata al settimo posto in classifica, con 14 punti guadagnati. Così come accaduto sette giorni fa, anche questa volta sono stati gli errori a decretare il risultato finale: se si vuole fare il salto di qualità bisogna partire proprio da questo, sia individualmente sia come squadra.
Ora ci saranno due settimane nelle quali, oltre a tirare le somme, sarà indispensabile fare un esame di coscienza per ritrovare il bel gioco che l’Akomag è riuscita a mostrare solo a sprazzi in queste prime undici partite.
 
A.P.

 

Parola al capitano Ollari!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B


Serie B2 maschile
PAROLA AL CAPITANO OLLARI
 
Con la partita di sabato scorso è terminato il campionato nazionale di serie B2. In questi giorni in ognuno degli atleti, allenatori e dirigenti saranno balenati in testa una miriade di pensieri: stanchezza, bilancio della stagione, sentimenti personali, prospettive per il futuro …
Non c’è cosa migliore che vivere tutto questo attraverso le parole di chi questa stagione l’ha vissuta intensamente e fino in fondo: diamo la parola al capitano Lorenzo Ollari.
 
14 14Ciao Lorenzo,
andiamo per gradi e partiamo dall’inizio. La stagione è iniziata in salita, poi un lento recupero, ma la classifica era sempre severa e non dava mai un attimo di tranquillità: come ti sei sentito dopo la vittoria contro Seriate che vi ha garantito la salvezza matematica?
Abbiamo fatto un bel sospirone a pieni polmoni! Ne avevamo tanto bisogno perché c’era un periodo in cui sentivamo di non essere,rispetto alla classifica, dove meritavamo di stare: in questi casi la cosa più dura è quella di non vedere gli sforzi di tutti ripagati dai risultati del sabato. Quella vittoria, oltre alla salvezza matematica, ha portato una ventata di ottimismo e ha risollevato a tutti il morale e la dimostrazione sono state le quattro vittorie ottenute nelle ultime cinque partite.
 
Per il primo anno sei stato il capitano dell'Akomag: come ti sei trovato in questi panni?
All'inizio è stato un po' difficile: non capivo esattamente se dovesse essere presente nel mio comportamento qualcosa di diverso rispetto a quello che ero solito fare in palestra. Dopo i primi tempi però mi sono confrontato con i due coach e con qualche amico ed ho capito che potevo lasciami andare: da li ho iniziato a vivere questo ruolo serenamente! Credo che il capitano sia una figura importante perché, oltre che essere d’esempio per tutti, deve anche avere sempre un occhio per ogni singolo compagno di squadra, alzare i toni quando è necessario e cercare un confronto quando ce n'è il bisogno! Ringrazio i miei compagni che mi hanno facilitato in ogni modo possibile.
 
Se ti chiedessero 3 aggettivi per descrivere questa stagione? E di spiegare in una manciata di parole il perché...
Impegnativa: siamo stati tanto in palestra, abbiamo avuto un mese intero senza vittorie che ha messo a dura prova gli animi di tutti noi, abbiamo testato la nostra capacità di concentrazione dal primo all'ultimo allenamento.
Sfortunata e qui parlo di infortuni: in 8 mesi abbiamo avuto tre distorsioni alla caviglia, delle quali una che ha tenuto Fiorentini ai box per cinque mesi, tre strappi muscolari ed un problema al ginocchio che ha costretto Simone a stringere i denti per questi ultimi due mesi.
APPAGANTE: sono sicuro che in questi otto mesi ognuno di noi abbia migliorato tantissimo il proprio livello di gioco. Siamo più sicuri, percepiamo meglio i "momenti della partita", abbiamo allargato di molto l'applicazione tattica e la concentrazione. Penso che per uno sportivo non ci sia niente di più bello che vedere i proprio sforzi ripagati, sentirsi migliorati e migliori: è cosi che ci sentiamo.
 
Ormai sono diversi anni che partecipi al campionato Nazionale e per un certo verso possiamo considerarsi un "esperto". Qual è stata la tua impressione sul girone di quest’anno?
Ho la sensazione che le prime quattro squadre (Montichiari, Mantova, Cisano e Viadana) abbiano qualcosa in più rispetto alle prime squadre della scorsa stagione; per il resto la classifica ha dimostrato grande equilibrio dalla quinta alla dodicesima posizione.
Sicuramente l’ultima vittoria contro Viadana è stato grande motivo di soddisfazione e consapevolezza di chi siamo.
 
Sarai al corrente della fusione tra b1 e b2 prevista per la prossima stagione. Secondo te come cambierà il campionato? Quali sono le tue aspettative/timori?
Vado un po' controcorrente e ti dico che secondo me non cambierà eccessivamente. La serie A2 vedrà molte più squadre partecipanti,credo che molte b1 verranno svuotate per riempire i rese della categoria superiore. Nonostante questo il livello sarà sicuramente al rialzo!
 
Ringraziamo il capitano per le belle parole e, soprattutto, per l'impegno e la professionalità dimostrata in questi mesi: un esempio per tutti!
Bravo Lollo!!
 
A.P.

L'Akomag saluta il suo pubblico con una bella vittoria!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
L'AKOMAG SALUTA IL SUO PUBBLICO CON UNA BELLA VITTORIA!
Applauso meritato per il 3-2 conquistato contro Viadana
 
Akomag Busseto – E’ Più Viadana
3 – 2
(21-25 / 25-19 / 22-25 / 26-24 / 15-11)
 
(Akomag Busseto: Lupi 21 , Bertuzzi 8 , Sarubbi 2, Savi 2 , Ollari 13, Ruozzi 7, Grassi 23 , Dioni 1 Moroni, Benecchi (L). N.e. Pellegrini e Fiorentini. All. Codeluppi e Pizzelli.
Viadana: Chiesa 15, Perrella 2, Bettini, Schiavo 6, Fellini 19, Vecchi Michele 10, Bellomaria 16, Cro 5, Carnevali (L). N.e. Lucotti, Galli, Vecchi Marcello. All. Rasi e Marmiroli.)
 
Arbitri: Falavigna Alessandro e Bosio Stefano.
Durata set: 1°Set 26 min. 2°Set 27. min. 3°Set.26 min..4°Set. 31 min. 5°Set. 19 min.
Akomag: Ricezione: 64% (Prf.43 #); Attacco: 61 punti e 15 errori; Battuta: 3 punti e 10 errori; Muro punti 13.
Viadana: Ricezione: 54 % (Prf.29 #); Attacco: 49 punti e 11 errori; Battuta: 9 punti e 16 errori; Muro punti 15.
 
Nicola Grassi, schiacciatore.
2 2Applausi e complimenti per i ragazzi dell’Akomag Busseto che vincono l’ultimo match casalingo della stagione contro Viadana: una vittoria che fa salire la squadra parmigiana a quota trenta punti.
Il match inizia con assenze da ambedue le parti: coach Codeluppi deve fare a meno di Durante ed al suo posto rientra in panchina Fiorentini che inizia a recuperare solo ora dopo mesi dal grave infortunio alla caviglia; dall’altra parte invece manca lo schiacciatore Allesh che è costretto alla tribuna per un infortunio rimediato in settimana.
lo starting-six bussetano quindi non vede grandi stravolgimenti e a fianco di capitan Ollari scendono in campo il collega di reparto Grassi, gli altri due “tandem” sono Sarubbi-Lupi sulla diagonale di posto due e Ruozzi-Bertuzzi al centro rete con Benecchi libero. Nella metà campo di Viadana, invece, mister Rasi schiera Crò al palleggio con Chiesa opposto, in zona quattro gli schiacciatori Fellini - Vecchi e al centro Bellomaria e Perrella con Carnevali libero.
Con la salvezza raggiunta dall’Akomag nella scorsa settimana e la mancanza di promozioni, i punti in palio non stravolgerebbero di certo la classifica: il volley però è molto più che una semplice classifica, e già dai primi scambi si intuisce che l’agonismo e la voglia di vincere non calano ed anzi, entrambe le squadre vogliono dimostrare il loro vero valore e conquistare il risultato finale.
Il primo set si gioca punto a punto, ma i bussetani sono alle prese con un attacco poco efficiente ed una battuta troppo “scolastica”; nella metà campo avversaria invece il servizio è sempre più incisivo e l’attacco mette in difficoltà il nostro sistema muro-difesa. Sul finire i dettagli fanno la differenza e Viadana chiude avanti 21-25.
Il secondo parziale inizia con i sestetti invariati e il cambio campo sembra dare una scossa all’Akomag che torna in campo e dimostra di aver “imparato la lezione”: vengono rispettate le consegne tattiche, la battuta inizia ad essere un fondamentale offensivo e finalmente anche il palleggiatore avversario è costretto a giocare palle alte e non sempre precise. Sul finire entra Savi per forzare il servizio e sul 25-19 il match torna in parità.
Le due squadre ritornano in campo e in un batter d’occhio l’agonismo raggiunge le stelle. I nostri ragazzi però peccano di troppo nervosismo che fa andare in stallo il sistema di gioco: l’Akomag è sempre costretta ad inseguire, gli attaccanti non riescono a mettere a terra il pallone e gli avversari ne approfittano. Coach Codeluppi fa entrare Moroni per Sarubbi e Savi al posto di Ruozzi, ma la storia non cambia e Viadana si porta sul 1-2.
I padroni di casa però non si danno per vinti e, con Savi al posto di Ruozzi, si torna sul parquet di gioco per iniziare una nuova battaglia. Grassi, Benecchi e Ollari ricevono con percentuali stellari e Sarubbi riesce a distribuire il gioco a proprio piacimento; i nostri attaccanti non commettono errori e concedono pochissimo agli avversari. Unica nota dolente è il muro che non riesce a fermare gli attacchi di Chiesa e compagni: entra quindi Ruozzi per Savi, ma gli avversari recuperano il distacco e portano il match in parità. Sul fotofinish Busseto mette a terra i due palloni che fanno la differenza ed il match si decide al quinto set.
L’Akomag ha speso molto nel quarto parziale e ne paga le conseguenze all’inizio del quinto: dopo pochi minuti Ruozzi è costretto a lasciare il terreno di gioco a causa di un dolore al ginocchio e al suo posto torna in campo Savi. Nel frattempo però gli avversari continuano a martellare e si passa dal 2-5 al 6-10.
Coach Codeluppi richiama all’ordine i suoi e si gioca la carta del doppio cambio con Dioni-Moroni al posto di Sarubbi-Lupi. I risultati arrivano e pian piano inizia il lento recupero; con un break strepitoso il Busseto si porta avanti 12-10! Si chiude il doppio cambio e sul 15-11 si chiude anche il match con Ollari e compagni che conquistano i due punti.
Finalmente, alla penultima giornata di campionato, l’Akomag Busseto ha saputo dimostrare di potersela giocare contro una delle “Grandi” del campionato.
Tra tutti sicuramente da sottolineare la buona prestazione dello schiacciatore Grassi che non solo chiude con 23 punti all’attivo, ma anche con un 86% di positività in ricezione: bravo nicolino!
 
A.P.

Akomag Busseto: facciamo il punto.

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG BUSSETO: FACCIAMO IL PUNTO.
Quattro giornate al termine e quattro sfide valgono una stagione!
 
Classificab2Il campionato si è fermato per un turno di riposo in occasione delle festività pasquali, ma l’Akomag Busseto non ha il tempo per riposare ed anzi, ne ha approfittato per allenarsi duramente in occasione del mese infuocato che attende i nostri ragazzi. Già, mancano solo quattro partite alla fine della stagione 2015/16 e per la precisione i prossimi aversari saranno Seriate, Offanengo, Viadana e Merate. Dando una sbirciatina alla classifica emerge chiaramente come l’Akomag, pur essendo attualmente al sesto posto in classifica, ha solo 3 punti di vantaggio dal “girone infernale” marchiato in rosso e ben tre dei quattro incontri restanti, sono proprio degli scontri diretti in cui la posta in palio è niente di meno che la permanenza nella categoria nazionale.
Dicevamo appunto che la squadra ha sfruttato al meglio il turno di riposo e venerdì, approfittando dell’ospitalità della società Canottieri Ongina Volley, ha organizzato un allenamento congiunto con la squadra piacentina (che partecipa al campionato di serie B1, girone A); nonostante alcune assenze da entrambe le parti, per la squadra verdiana è stata comunque una buona occasione per testare alcuni meccanismi di squadra e provare diverse soluzioni che potrebbero tornare utili in caso di necessità. Questa settimana invece è iniziata ieri con la seduta video pomeridiana, seguita da una prima parte di allenamento differenziato per i diversi ruoli e una seconda parte che ha visto i ragazzi impegnati nella simulazione di diverse situazioni di gioco. Ollari e compagni saranno ancora impegnati in palestra mercoledì e giovedì sera dove alterneranno sedute in sala pesi, sedute video ed allenamento con la palla; dopo di che “i giochi sono fatti” e tutto è pronto per il primo dei quattro scontri salvezza.

mister 1Facciamo due chiacchere con il coach Andrea Codeluppi per fare il punto della situazione e capire meglio la situazione in cui si trova l’Akomag Busseto.
Andrea, facendo un’analisi del campionato che sta per concludersi, come ti sembra il livello di questa stagione e qual è la squadra più accreditata per aggiudicarsi la vittoria del campionato?
“Non so dire se il livello sia più o meno alto dello scorso anno, sicuramente e’ un campionato molto equilibrato e la dimostrazione ci è data proprio dalla classifica dove, se si escludono le prime quattro squadre, si trovano tutte le altre racchiuse in pochi punti.
Secondo me la squadra che ha un qualcosa in più rispetto alle altre è Montichiari: ha un’ organico forte e competitivo in tutti i ruoli e, soprattutto, ha a disposizione valide alternative che possono compensare eventuali assenze.”
Passiamo a noi. Quali sono le caratteristiche di questa squadra? Nel corso del campionato questi ragazzi hanno dimostrato di poter giocare alla pari anche con le prime della classe e, purtroppo, anche con quelle in fondo alla classifica. Come mai?
“La nostra è una squadra relativamente giovane ed in cerca di una propria’ dimensione e personalita’.
Per quanto riguarda la seconda affermazione, credo sia veritiera solo per le partite giocata in casa e non anche per quelle in trasferta. In ogni caso il livellamento generale del campionato e le nostre caratteristiche come squadra rendono ogni partita per niente scontata.”
Sicuramente è stata una stagione tra alti e bassi. Ti aspettavi che la squadra si dovesse giocare le proprie carte nelle ultime quattro giornate di campionato, oppure è stata una "doccia fredda"?
"Una doccia fredda direi di no nel senso che l’evoluzione di un campionato non e’ mai scontata e quindi bisogna aspettarsi sempre di tutto. E’ una “lezione” che nel corso degli anni ho imparato bene! Certo in cuor nostro speravamo tutti di fare meglio ma non ci siamo riusciti."
L’assenza di due squadre in meno e dei play-off, rende questo campionato sicuramente più corto rispetto agli altri, ma l'impressione è che siano stati comunque mesi molto intensi sosta quelli da Settembre ad oggi. Problemi e pregi di questi mesi trascorsi assieme a questo gruppo?
“Il problema e’ che facciamo un campionato in cui e’ necessario fare i conti con i vari impegni di tutti e necessariamente occorre scendere a compromessi. Il pregio e’ che nonostante questo siamo riusciti ad organizzare la nostra attività in maniera sufficientemente adeguata e nella quotidianità della palestra e’ percepibile il desiderio di tutti di migliorarci."
Come ricordato sopra, le prossime 4 partite sono dei veri e proprio scontri salvezza e decideranno le sorti del campionato. Cosa ti aspetti dalla squadra e, secondo te, qual’è la “ricetta giusta” per affrontare partite importanti come queste?
“In queste ultime quattro partite mi aspetto di vedere una squadra che giochi con forti connotazioni emotive, ma senza perdere di vista organizzazione e qualità di gioco.
Insomma in maniera agonistica ma razionale.
Sarebbe bello che questo mix emergesse forte nelle partite più importanti.
 
Dalle affermazioni del tecnico dell’Akomag traspare lucidità, chiarezza e determinazione: caratteristiche che non solo caratterizzeranno le prossime quattro giornate, ma che sono state il minimo denominatore comune di questi mesi trascorsi in palestra.
Ora l’appuntamento è per Sabato 2 aprile, alle ore 18.00, presso il Palasport di via Mozart, per la sfida Akomag Busseto vs Aurora Seriate: il primo test- salvezza è alle porte!
 
IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI!
 
A.P.

Match da dimenticare per l'Akomag

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
MATCH DA DIMENTICARE PER L’AKOMAG
Un Busseto “reinventato” si arrende alla superiorità di Montichiari.
 
Lorini Montichiari – Akomag Busseto
3 – 0
(25-17 / 25-14 / 25-18)
 
(Akomag Busseto: Lupi 6 , Bertuzzi 4 , Sarubbi, Durante 7, Moroni, Ruozzi 3, Grassi 7, Moroni (L)., Pellegrini, Savi N.E. Toscani. All. Codeluppi e Pizzelli.
Montichiari: Bastianini 5, Boniotti 2, Busato 5, Fraccaro 7, Bartoli 20, Vigalio 8, Grezzi, Ponzoni, Fabbro, Caleffi (L). N.e. Lorini, Fava, Verità, Candeli. (L). All. Gandini.)
 
Arbitri: Fellini Matteo e Fossi Christian
 
Durata set: 1°Set 25 min. 2°Set. 22 min. 3°Set. 26 min.
Akomag: Ricezione: 44% (Prf.31#); Attacco: 20 punti e 11 errori; Battuta: 2 punti e 4 errori; Muro punti 5.
Montichiari: Ricezione: 59% (Prf.24 #); Attacco: 36 punti e 8 errori; Battuta: 3 punti e 13 errori; Muro punti 8.
 
Andrea Durante, schiacciatore, 7 punti realizzati.
9.9Nulla da fare per un’Akomag decimata che è costretta ad arrendersi di fronte ad un imponente Montichiari che con questi 3 punti si conferma in testa al campionato.
Dicevamo appunto di un’Akomag decimata che, oltre all’ormai consueta assenza di Fiorentini, questa giornata ha dovuto fare a meno anche del libero Benecchi, costretto a sedersi sugli spalti del Pala George per scontare la squalifica rimediata contro Cisano. Come se non bastasse nel riscaldamento pre-partita si è aggiunto anche il risentimento muscolare di capitan Ollari che, pur mettendocela tutta, non è riuscito a scendere in campo. Ecco quindi che coach Codeluppi, ormai un “veterano” di queste situazioni limite, decide di schierare Moroni con la maglia da libero, Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, in posto quattro Durante e Grassi, mentre al centro Ruozzi e Savi.
I padroni di casa invece schierano il sestetto tipo con Boniotti al palleggio e Bartoli opposto, Busato e Vigalio schiacciatori, Bastianini-Fraccaro al centro rete con Candeli libero.
Già dai primi scambi si prevede una giornataccia per i nostri ragazzi che, pronti-via, prima si inginocchiano alle battute dell’esperto Busato e a seguire non riescono ad arginare il contrattacco bresciano; dopo pochi minuti siamo già 12-2 per i padroni di casa. La reazione d’orgoglio però non si fa attendere e palla dopo palla Lupi e compagni provano a recuperare, portandosi sin sul 20-16 per poi arrendersi sul 25-17.
Il set riprende e purtroppo anche la musica non sembra essere cambiata di molto: i padroni di casa, trascinati dai potenti attacchi di Bartoli, mantengono le redini del match e dal 8-5 allungano sul 16-8. L’Akomag, di contro, continua a soffrire il cambio palla e non riesce a perforare la difesa avversaria. Coach Codeluppi prova la carta Pellegrini al posto di Lupi, ma in men che non si dica anche il secondo set termina in favore di Montichiari sul 25-14.
I sestetti rimangono invariati e Lupi e compagni fanno di tutto per rimediare al pessimo risultato sancito dal campo. I risultati arrivano nel breve termine e per i primi minuti si gioca punto a punto. Dall’11-11 però i bresciani cambiano nuovamente passo e allungano le distanze sul 15-21 e, senza troppa fatica, mettono il Busseto alle corde costringendolo a gettare la spugna sul 25-18 dopo poco più di un’ora di partita. Insomma, un match da dimenticare per i nostri ragazzi che prima si sono trovati ad affrontare la corazzata giallo-nera con troppe assenze che hanno causato disordine e caos all’interno del rettangolo di gioco.
Onore e merito sicuramente agli avversari che anche questa volta si sono dimostrare efficaci e molto attenti nella fase difensiva, trascinati dall’opposto Bartoli che risulta essere il MVP con 20 punti all’attivo.
Archiviato questo sabato nero, ora è il momento di riordinare le idee, recuperare qualche assenza e mettersi al lavoro per preparare al meglio la sfida decisiva di sabato prossimo contro San Martino in Rio.

A.P.

 

Una prestazione sottotono regala solo un punto all'Akomag

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
UNA PRESTAZIONE SOTTOTONO REGALA SOLO UN PUNTO ALL'AKOMAG
Viadana supera l’Akomag 3-2.
Viadana Volley – Akomag Busseto
3 – 2
(25-15 / 16-25 / 23-25 / 25-17 / 15-12)
(Akomag Busseto: Lupi 12, Bertuzzi 8, Sarubbi 3, Durante 3, Moroni 1, Ruozzi 2, Ollari 10, Grassi 17, Benecchi (L). N.E. Savi, Pizzelli, Pellegrini-. All. Codeluppi e Pizzelli.
Viadana: Chiesa 10, Perrella 9, Bettini 1, Schiavo 10, Fellini 10, Vecchi 4, Allesh 11, Cro 3, Vecchi, Carnevali (L). N.e. Bellomara. All. Bovio)
 
Arbitri: Cervellati Giulio e D’Amico Domenico.
Durata set: 1°Set 21min. 2°Set. 23min. 3°Set. 29 min. 4°Set. 26 min. 5°Set. 18 min.
Akomag: Ricezione: 59% Pos. (27#); Attacco: 43 punti e 18 errori; Battuta:5 punti e 10 errori; Muro 7 punti.
Viadana: Ricezione: 53% Pos. (27#); Attacco: 47 punti e 14 errori; Battuta: 5 punti e 23 errori; Muro 6 punti.
 

Immagine articoloLa trasferta di sabato scorso contro Viadana ha visto contrapporsi alcuni volti noti: proprio l’allenatore bussetano Codeluppi lo scorso anno sedeva sulla panchina mantovana, ed il palleggiatore Sarubbi era in cabina di regia. Per il resto , anche se non si possa parlare di vero e proprio derby, il sapore non si discostava di molto: tra i giocatori nel corso degli anni sono nate delle conoscenze più o meno strette che contribuiscono sicuramente a rendere “particolare” il match della decima giornata di campionato.
Il primo set l’Akomag inizia con Sarubbi al palleggio e Lupi opposto, al centro il tandem Ruozzi-Bertuzzi, la diagonale di posto quattro con Ollari e Grassi e Benecchi libero.
I padroni di casa scendono in campo con Crò al palleggio e Fellini opposto, gli schiacciatori Allesh e Vecchi.M., al centro Perrella - Schiavo con Carnevali libero.
La tensione del match si sposta dagli spogliatoi al campo di gioco, e il Busseto non riesce a giocare sciolto e con tranquillità. Viadana invece non si fa problemi e inizia a martellare sin dai primi punti: dal 16-10 si passa al 21-13. Sul finire entra Moroni al posto di Sarubbi, ma la sorte non cambia e i nostri ragazzi si devono arrendere su un umiliante 25-15.
Cambio campo e arriva la reazione bussetana: palla dopo palla si vede più precisione nei fondamentali, maggior attenzione in difesa e più incisività in attacco. Adesso la situazione è ribaltata e Viadana sembra non essere in grado di riprendere il proprio gioco. Entrano Chiesa e Vecchi al posto di Crò e Fellini, ma l’ Akomag non si fa distrarre e vince 16-25. Match in parità e si riparte punto a capo.
Tra le fila mantovane coach Bovio cambia le carte in tavola: Chiesa entra dall’inizio in posto due, crò resta in cabina di regia e Fellini scala in zona quattro al posto di Vecchi. Nulla di nuovo, invece, tra le fila verdiane che, sulla scia dell’entusiasmo, continua ad imporre il proprio gioco portandosi su un rassicurante 11-16. Qui accade l’impensabile: punto dopo punto, le sicurezze nella metà campo bussetana iniziano a cedere e Viadana, ancora aggrappata al punteggio, ne approfitta e recupera. Il set si decide sul finale quando una decisione arbitrale costringe Schiavo ad abbandonare il campo di gioco e, essendo già stato sostituito nel corso del set, non può essere sostituito una seconda volta: dal 23-24 il Busseto si aggiudica il set “a tavolino” portandosi nuovamente in vantaggio.
Se Viadana sfrutta l'episodio controverso come chiave di svolta emotiva, Ollari e compagni non riescono a gestire il vantaggio e continuano a commettere troppi errori che permettono ai padroni di casa di non faticare troppo e portarsi su un rassicurante 16-9. Dalla panchina verdiana entrano prima Moroni al posto di Sarubbi e poi Durante al posto di Grassi, ma la nave non riesce a recuperare la rotta e il punteggio vola sul 21-12. Rientra in campo Sarubbi e l’Akomag prova a rialzarsi, ma il punteggio è irrecuperabile e Viadana chiude 25-17.
Il match si decide al tie-break: Viadana continua la scia positiva e mette alle corde il Busseto passando dal 5-1 al 10-6. Lo schiacciatore Durante ritorna in campo, ma questa volta al posto di capitan Ollari. Nella metà campo bussetana si intravede qualche segnale di determinazione nell’aggiudicarsi il match, ma forse non ci si ricorda che il quinto set termina ai 15 ed ormai è troppo tardi. Viadana gestisce il vantaggio e sul 15-12 mette la parola “fine” alla partita e conquista due punti in classifica.

Al termine di una gara sicuramente non brillante per entrambe le squadre, tra le mura dello spogliatoio bussetano rimane il dispiacere per non aver dato continuità al proprio gioco, permettendo più volte ai padroni di casa di ritornare in partita e aggiudicarsi il match. Ora la testa è all'ultima sfida del girone d'andata contro Merate, che si giocherà tra le mura amiche sabato 23 gennaio alle ore 18.00.

 
A.P.

 

"Incubo" Merate: l'Akomag cede al tie-break

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
“INCUBO” MERATE: L’AKOMAG CEDE AL TIE-BREAK
Il Busseto chiude al sesto posto e Merate si salva.
 
Merate - Akomag Busseto
3– 2
(25-23 / 25-21 / 22--25 / 28-30 / 15-10 )
 
(Akomag Busseto: Lupi 17 , Bertuzzi 17 , Sarubbi 2, Savi 8 , Ollari 8, Grassi 13 , Dioni 5, Moroni 2, Benecchi (L). N.e. Pellegrini 5, Durante 2. N.e. Pizzelli.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Merate: Colombo, Marchesi, Cremona 17, Orsi 15, Cicognini 9, Trittini, Cosa 10, Perego 17, Brambilla 8, Cereda(L). N.E.Gualtieri, Cereda, Gerosa. All. Invernici e Comi. )
 
Arbitri: Mamprin e Rezzonico
Durata set: 1°Set 29 min. 2°Set 30. min. 3°Set.34 min..4°Set. 37 min. 5°Set. 16 min.
Akomag: Ricezione: 60% (Prf.39 #); Attacco: 64 punti e 15 errori; Battuta: 2 punti e 11 errori; Muro punti 14.
Merate: Ricezione: 67 % (Prf.32 #); Attacco: 59 punti e 9 errori; Battuta: 3 punti e 11 errori; Muro punti 14.
 
Squadra esultaA Calusco d’Adda l’Akomag Busseto chiude la stagione con altri due punti in tasca e la consapevolezza di aver dato il massimo;i padroni di casa, invece, conquistano la vittoria e riescono a mantenere la categoria nazionale.
Mister Codeluppi decide di iniziare il match con Sarubbi in cabina di regia e Lupi opposto, Grassi e Pellegrini in zona quattro e Bertuzzi-Savi al centro rete con Benecchi libero; Ruozzi e Fiorentini, ancora alle prese con problemi fisici, sono costretti a guardare il match dalla tribuna. Merate si contrappone con il sestetto tipo che vede Cosa al palleggio con Cremona opposto, Brambilla e Perego al centro con Cereda libero e, a chiudere, gli attaccanti di zona quattro Orsi e Cicognini.
L’Akomag inizia con il freno a mano tirato e non sembra entrare mai veramente in gioco; gli avversari invece sono motivati più che mai e spingono subito sull’acceleratore. Nonostante la netta contrapposizione caratteriale, i padroni di casa non riescono mai a prendere il largo e Busseto è sempre aggrappato al risultato. Sul finire però Merate è più incisiva e commette meno errori e si porta sul definitivo 25-23.
Il secondo set inizia con la stessa formazione e anche l’andamento del match non subisce grossi cambiamenti: al secondo time-out tecnico Busseto conduce per 16-15, ma in un batter d’occhio il tabellone passa sul 18-21. Gli attaccanti dei verdiani sono sempre meno incisivi e, in compenso, un muro scomposto e disordinato permette agli avversari di andare a nozze. Mister Codeluppi gioca la carta del doppio cambio con Moroni-Dioni al posto di Lupi-Sarubbi; nulla da fare e i padroni di casa volano sul 2-0.
Il terzo parziale inizia con Ollari in campo al posto del giovane Pellegrini. Sulla scia dei due set precedenti Merate acquista sempre più sicurezza e Busseto va in tilt. La sfortuna dimostra ancora una volta di essersi affezionata alla nostra metà campo e, dopo pochi minuti, Grassi è costretto a lasciare il campo zoppicando; al suo posto entra Durante che come ormai ci ha dimostrato, risponde subito “presente”. Punto dopo punto i nostri ragazzi ritrovano l’orgoglio e riescono a recuperare: gli errori in attacco diminuiscono drasticamente e anche il gioco avversario inizia a farsi più falloso. Viene chiamato ancora il doppio cambio e questa volta da i risultati sperati: sul 22-25 la partita si riapre.
Il gioco riprende con Moroni al palleggio e Durante-Ollari in posto quattro. Dopo i primi tre parziali in cui si è vista una ricezione non troppo brillante, le percentuali iniziano ad aumentare e anche l’attacco ne raccoglie i frutti. Adesso è l’Akomag che ha in pugno il gioco e vola dal 13-16 al 18-21, facendo sperare in un risultato ormai scontato; i padroni di casa però non gettano la spugna ed anzi, vogliono i 3 punti per assicurarsi la salvezza .Palla dopo palla riaprono il risultato e portano il set ai vantaggi: Ollari e compagni sprecano molto, ma riescono solo a spuntarla ai vantaggi.
Il match si decide al tie-break: un quinto set che per l’Akomag vale l’orgoglio di chiudere con cinque vittorie consecutive, mentre per Merate vale la salvezza. Ollari e compagni sono stanchi e iniziano con il piede sbagliato. Sul cambio campo c’è una piccola reazione, ma il punteggio è fermo sul 12-9 e lascia poche speranze. Su 21 attacchi ne vengono realizzati solo 7, ed è così che la stagione 2015/16 si chiude sul 15-10.
I due punti conquistati non permettono di scavalcare San Martino, e l’Akomag chiude al sesto posto in classifica, con 31 punti, 11 vittorie ed altrettante sconfitte. Merate si conferma la “bestia nera” del Busseto: l’unica squadra, tra quelle arrivate nella parte bassa della classifica,ha vantare due vittorie nei rispettivi match contro i verdiani.
 
A.P.

Akomag Busseto: è salvezza!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG BUSSETO: E’ SALVEZZA!
Tre punti che conquistano la serie B a girone unico.
 
Offanengo - Akomag Busseto
1– 3
(25-23 / 19-25 / 21-25 / 22-25 )

(Akomag Busseto: Lupi 17 , Bertuzzi 19 , Sarubbi 2, Savi 2 , Ollari 8 , Ruozzi 1 , Durante 1, Grassi 11 , Moroni, Benecchi (L). N.e. Pellegrini e Dioni.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Offanengo: Beggiolin 1, Morelli 5, Faccioli 21, Silvi 4, Rigoni 14,Marazzi 9.Dossena, Scorsetti, Verdelli (L). N.e.Bonetti e Previdi. All. Egeste e Vergine. )
 
Arbitri: Pavanello Riccardo e Bacchella Vanessa
Durata set: 1°Set 28 min. 2°Set 27. min. 3°Set.29 min..4°Sett. 31 min.
Akomag: Ricezione: 72% (Prf.54 #); Attacco:45 punti e 10 errori; Battuta: 3 punti e 12 errori; Muro punti 13.
Offanengo: Ricezione: 59 % (Prf.39 #); Attacco: 37 punti e 19 errori; Battuta: 3 punti e 6 errori; Muro punti 14.
 
Mattia Bertuzzi, centrale.
5.5L’Akomag Busseto non si fa intimidire e conquista tre punti che garantiscono la salvezza automatica e sono il pass per la serie B unica della prossima stagione.
Sfida salvezza quella che va in scena al PalaCoim di Offanengo tra la squadra locale e l’Akomag Busseto. L’Akomag ha la prima delle tre occasioni a disposizione per chiudere i conti e centrare la salvezza, mentre i padroni di casa sono costretti a vincere per uscire dalla zona rossa e prendere una boccata d’ossigeno.
Che altro dire? La posta in gioco è altissima e già dal riscaldamento si respira tensione, concentrazione e agonismo.
I parmensi iniziano il match schierando Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, in zona quattro iniziano capitan Ollari e Grassi, mentre al centro rete il tandem Bertuzzi-Ruozzi con Benecchi libero.
I padroni di casa si contrappongono con Beggiolin al palleggio e Faccioli opposto, i centrali sono Silvi e Marazzi, in posto quattro l’esperto Rigoni affiancato da Morelli e Verdelli libero.
Il match inizia punto a punto ma i padroni di casa appaiono sin da subito più lucidi e dopo poco riescono a conquistare un break di vantaggio che gli permette di giocare con più tranquillità. Coach Codeluppi chiama forze nuove dalla panchina e fa entrare Durante al posto di Ollari, mentre utilizza al servizio Moroni e Savi per mettere in difficoltà il cambio palla avversario. Nulla da fare però e Offanengo chiude il primo parziale meritatamente.
Cambio campo e riprende la battaglia, con Durante che parte nel sestetto titolare e il resto della formazione rimane invariata. Offanengo continua con la scia positiva del set appena vinto e conquista il primo time-out tecnico sull’ 8-4. L’Akomag però non molla e punto dopo punto riesce a rientrare in gioco portandosi avanti 14-16: nella metà campo giallo blu aumenta la qualità della ricezione ed i nostri attaccanti iniziano ad evitare il muro avversario. Sul 19-25 il match si riporta in parità.
I padroni di casa devono assolutamente fare punti e, supportati dal pubblico amico, riprendono il ritmo del primo parziale, mettendo in crisi il gioco bussetano. Gli attacchi faticano ad andare a terra, le battute sono poco incisive e troppo fallose, ed in un baleno Offanengo comanda 16-13. Dalla panchina viene richiamato in causa Ollari al posto di Durante, Moroni al posto di Sarubbi e Savi per Ruozzi. Le scelte di coach Codeluppi risultano azzeccate ed il gioco inizia a funzionare come dovrebbe. Come previsto la battuta è il fattore determinante: Benecchi, Ollari e Grassi riescono a mantenere una positività importante, mentre gli avversari iniziano a soffrire il nostro servizio. L’Akomag recupera ed è avanti 19-21. Sul finire ritorna in campo il regista Sarubbi e senza troppi problemi l’Akomag conquista il punto salvezza sul 21-25.
I bussetani però non si accontentano e vogliono continuare a martellare, mentre per i cremaschi la classifica impone di andare al tie-break. I due sestetti rimangono invariati, unica eccezione Savi per Ruozzi.
Forse tranquillizzati dal risultato, i nostri ragazzi partono rilassati, mentre i padroni di casa sono determinati più che mai. L’orgoglio però non lascia passare inosservato nulla e sotto rete gli animi si scaldano sempre più: Ollari e compagni riordinano le idee e vogliono a tutti i costi i tre punti. Detto e fatto: sul 22-25 si chiude il match e arriva la tanto attesa vittoria.
Tre punti che valgono un campionato, tre punti che valgono il pass per partecipare alla serie B unica del prossimo anno, tre punti che sono il meritato risultato per giocatori, staff tecnico, tifosi e società.
Ottima prova di tutta l’Akomag che si è dimostrata compatta ed unita, soprattutto chi è stato chiamato in causa dalla panchina per dare man forte in campo; da sottolineare sicuramente la prova superlativa del centrale Bertuzzi che chiude il match con 19 punti realizzati (dieci muri, otto attacchi e un ace).
 
BRAVI RAGAZZI, VE LO SIETE MERITATI!
 
A.P.

Si torna a festeggiare!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.

SI TORNA A FESTEGGIARE!
L’Akomag conquista due punti contro il fanalino di coda Carate.

Akomag Busseto – Carate Brianza
3 – 2
(23-25 / 25-22 / 25-19 / 26-28 / 15-13)

(Akomag Busseto: Lupi 31 , Bertuzzi 5, Sarubbi, Durante1, Dioni 1, Moroni 6, Savi 8, Ollari 16, Ruozzi 7, Grassi 16, Benecchi (L). N.e. Pellegrini . All. Codeluppi e Pizzelli.
Carate Brianza: Bonomi 12, Guastalli 1, Spinelli 2, Geromin 30, Tuomisto, Radicula, ZO 11, Santambrogio, Sangalli 4, Giussani 3, Riva 17, Bellani (L1), Boffi (L2).. N.e. Barsotti, Restori e Pietroni. All. Sirtori e Muneratti.)

Arbitri: Bassetto Nicola e Iosca Davide
Durata set: 1°Set 29 min. 2°Set. 29 min. 3°Set. 27 min. 4°Set. 34 min. 5°Set. 19 min.
Akomag: Ricezione: 59% (Prf.36#); Attacco: 79 punti e 10 errori; Battuta: 4 punti e 6 errori; Muro punti 8.
Carate: Ricezione: 54% (Prf.34 #); Attacco: 58 punti e 11 errori; Battuta: 4 punti e 7 errori; Muro punti 18.

13 13La diciottesima giornata di campionato vede l’Akomag impegnata nell’importante sfida salvezza contro il fanalino di coda Carate Brianza: la posta in gioco è alta, i punti servono ad entrambe le squadre e Ollari e compagni sanno che non possono sbagliare. Detto e fatto (a metà): proprio così, dopo oltre due ore di gioco i bussetani riescono a compiere l’impresa solo a metà, vincendo al tie-break e conquistando solo due dei tre punti in palio, salendo quindi a quota 22 punti in classifica.
I verdiani scendono in campo con Sarubbi in regia e Lupi opposto, Grassi – Ollari sull’altra diagonale e Bertuzzi-Ruozzi al centro rete con Benecchi libero.
Nel campo avversario iniziano Giussani al palleggio e Geromin opposto, Sangalli e Spinelli in posto quattro, Riva e Zo al centro con Bellani come libero di ricezione e Boffi che si occupa della difesa.
I bussetani partono troppo contratti e non convincono per gran parte del primo set; nel frattempo gli avversari, senza pensarci troppo su, colgono la palla al balzo e conquistano una manciata di punti di vantaggio che gestiscono al meglio. La diagonale Sarubbi-Lupi fatica sempre più e a metà del parziale viene sostituita con Moroni-Dioni. L’esito però non cambia e sul 23-25 Carate si porta sullo 0-1.
Il gioco riprende con l’Akomag che schiera dal primo punto la coppia Moroni-Dioni. Questa volta la situazione è invertita e sono proprio i nostri ragazzi a conquistare quel break iniziale che permette di avere il controllo sul set. Lupi ritorna sul campo di gioco al posto di Dioni e, sin dai primi palloni, sembra aver ripreso qualità e incisività che nel primo set sembrava averla scordata negli spogliatoi. Ora il meccanismo sembra decisamente più oliato e funzionante; sul finire arriva il cambio al centro con Savi che prende il posto di Bertuzzi ed i padroni di casa riportano il match in parità.
Il terzo set inizia con il sestetto che ha appena conquistato la vittoria: ora l’Akomag sembra aver trovato ritmo partita, incisività in battuta ed ordine nel muro-difesa. Gli avversari sembrano in balia degli eventi e i nostri volano dal 16-10 al 21-15. Sul finire un calo di concentrazione concede speranza al campo avversario, ma ormai è troppo tardi e Busseto vola sul 2-1.
Ora il Busseto vuole assolutamente i tre punti, ma la cosa è tutt’altro che semplice. I nostri attaccanti faticano a mettere la palla a terra e anche la ricezione inizia a dare segni di cedimento: Ollari e compagni sono costretti ad inseguire per tutto il quarto set. Sul finire però ecco il balzo che riporta le due squadre in parità sul 24 pari: l’Akomag ha tre occasioni per chiudere il match ma non riesce a concretizzare e, come in un film già visto non troppo tempo fa, gli avversari sfruttano la prima occasione utile e chiudono il set.
Un tie-break che vale la partita ma, in realtà, che vale molto di più se si da una sbirciatina alla classifica.
Carate parte fortissimo, forse sulla scia dell’entusiasmo del set appena vinto, mentre l’Akomag non riesce a reagire. Dalla panchina servono forze nuove, ed ecco che entra Durante al posto di Grassi. Ingresso esemplare per il giocatore sardo che, senza troppi “se” e troppi “ma”, risponde subito “presente” e si fa trovare pronto e concentrato. Punto dopo punto inizia la rimonta: nonostante lo svantaggio 6-10, l’Akomag ci crede e non solo recupera, ma riesce anche a chiudere il match sul 15-13, conquistando una vittoria fondamentale per il morale e per la classifica.
Da sottolineare l’ottimo ritorno del centrale Luca Savi, che ritrova il campo di gioco dopo lungo tempo, dimostrando grande incisività in attacco (86% di efficienza) e in battuta. Buono anche il match disputato dai due opposti: il bussetano Lupi, nonostante un primo set da dimenticare, chiude con 31 punti, mentre il brianzolo Geromin, con i suoi 30 punti, tiene in partita la sua squadra per gran parte del match.

A.P.

Stessa storia, stesso volley, stessi avversari

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
STESSA STORIA, STESSO VOLLEY, STESSI AVVERSARI.
Oggi come allora: un’Akomag fallosa conquista i 2 punti.
 
Akomag Busseto – Tempini Azzano
3 – 2
(24-26 / 25-14 / 14-25 / 25-20 / 15-10)
 
(Akomag Busseto: Lupi 16 , Bertuzzi 11, Sarubbi 3, Durante 6, Moroni, Ruozzi 11 , Grassi 27, Cattani, Pellegrini 2, Benecchi (L)., Pellegrini . N.E. Savi e Ollari. All. Codeluppi e Pizzelli.
Tempini Azzano: Ravasi 1, Quinteri 6, Mor 16, Pellizzon 12, Nava 9, Crosatti 7, Ravelli 5, Colella 1, Sabarasgami, Rachtian, Zoadelli (L). All. Zanchi).
 
Arbitri: Forte Domenica Katia e Raguso Cosimo
Durata set: 1°Set 30 min. 2°Set. 25 min. 3°Set. 24 min. 4°Set. 26 min., 5°Set. 17 min.
Akomag: Ricezione: 55% (Pos. 34#); Attacco: 61 punti e 17 errori; Battuta: 10 punti e 9 errori; Muro 6 punti.
Azzano: Ricezione: 57% (Pos. 32#); Attacco: 43 punti e 7 errori; Battuta: 5 punti e 9 errori; Muro 7 punti.
 
Nicola Grassi, schiacciatore.
2-2“Stessa storia, stesso volley, stessi avversari” non è la parodia di una nota canzone targata 883, ma la sintesi di questa Akomag che, pur sbagliando sempre tanto, riesce a strappare due punti importantissimi ad Azzano.
La consuetudine inizia proprio dall’infermeria: esce dalla porta principale Savi, ma da quella secondaria rientra lo schiacciatore Ollari che è alle prese ancora con un dolore al polpaccio e Durante in stand-by per un affaticamento muscolare. Che dire? Tutto questo per non lasciare mai solo il nostro amico Fiorentini che ormai ne è diventato il maggiordomo. Vista l’emergenza, è rientrato a disposizione dalla serie D il giovane Cattani che ha indossato nuovamente la divisa con il numero 6.
Non rimane quindi molta scelta a mister Codeluppi nel decidere il sestetto iniziale: in posto quattro scendono in campo Grassi e Durante, al centro rete Ruozzi e Bertuzzi con Benecchi libero, in cabina di regia Sarubbi e in zona due l’opposto Lupi.
Tempini Azzano inizia con il nuovo arrivato Ravasi al palleggio e Pellizzon opposto, al centro Mor e Quinteri con Zoadelli libero e la diagonale di posto quattro formata da Colella e Crosatti.
Pronti via i nostri ragazzi mettono subito la quarta e iniziano fortissimi: incisività in attacco ed ordine nel muro-difesa permettono di portarsi in vantaggio prima 8-5, poi 16-12 ed infine 21-18. Da un lato mister Zanchi gioca le proprie carte con il doppio cambio Rachtian-Ravelli e lo schiacciatore Nava, mentre nell’altra metà capo l’Akomag, con ormai la vittoria in tasca, pecca forse di troppa presunzione e non fa i conti con il ritorno in campo dell’ospite indesiderato: “l’Errore”. Se Azzano è sempre aggrappato al risultato, Busseto è distratto e troppo falloso e finisce con il gettare tutto all’aria sul 24-26.
Il match riprende con la formazione bussetana invariata, mentre tra le fila di Azzano iniziano in campo gli schiacciatori Nava e Colella. Lupi e compagni mostrano fin dall’inizio di avere imparato la lezione e ricominciano tutto da capo: palla dopo palla ricostruisce il vantaggio perso nel primo set e dal’8-3 si passa al 16-9. In terra bresciana rientra in campo Crosatti al posto di Colella, mentre mister Codeluppi chiama Pellegrini al posto di un appannato Lupi. Questa volta però non ci sono sorprese e con un umiliante 25-14 si riporta il match in parità.
Il terzo parziale Azzano inizia con Nava e Crosatti dal primo punto, mentre l’Akomag ritorna in campo con lo stesso sestetto. Dopo un inizio punto a punto ecco accadere l’impensabile: palla dopo palla i nostri si perdono e non trovano più la retta via: in campo regna il caos e Nava e compagni ne approfittano portandosi sul 8-16. Mister Codelupi raduna i suoi per una strigliata, in cerca di una reazione che però non arriva. Entrano anche Cattani, Pellegrini e Moroni rispettivamente al posto di Durante, Lupi e Sarubbi. Da un umiliante 11-21 si riesce solo a recuperare con un deprimente 14-25, ma d’altronde con 16 errori commessi non si può aspirare a molto meglio.
Cambio campo e tutto da rifare per l’Akomag che deve ricostruire tutto da capo, facendo anche i conti con un Azzano che pian piano ha acquistato fiducia nei propri mezzi. Finalmente l’opposto Lupi ritrova sicurezza e riesce ad essere più incisivo e meno falloso; assieme a lui si rivede una squadra attenta su ogni pallone in difesa e più aggressiva con il servizio dai nove metri. Risultato? Akomag in vantaggio 21-15. Gli ospiti provano a reagire, ma l’Akomag questa volta non molla e porta il match al tie-break.
Sull’onda del set appena vinto, non c’è partita per i bresciani che anche al quinto parziale sono sempre costretti ad inseguire. Grassi continua a martellare in attacco, aiutato da un Lupi “ritrovato” e dagli attacchi al centro rete di Bertuzzi: sul 15-10 termina l’agonia e il Busseto vince la prima del girone di ritorno.
 Così come allora, anche oggi si rientra nello spogliatoio con il sorriso per i due punti conquistati, ma anche con la consapevolezza di avere sbagliato tanto, forse troppo.  Da sottolineare la prestazione superlativa dello schiacciatore Grassi che chiude con 27 punti all’attivo e percentuali che vanno oltre il 55 % sia in attacco che in ricezione: Bravo Nicolino!
Insomma, un’Akomag ancora alla ricerca della continuità e di un equilibrio che per ora è ancora troppo precario ma il risultato sicuramente è un buon punto di partenza per continuare a lavorare e migliorare.
 
A.P.

 

Il 2016 inizia con altri tre punti in cassaforte!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
IL 2016 INIZIA CON ALTRI TRE PUNTI IN CASSAFORTE!
Grande prestazione, forse la migliore fino ad oggi.
 
Akomag Busseto – Imecon Offanengo
3 – 1
(23-25 / 25-20 / 25-15 / 25-22)
 
(Akomag Busseto: Lupi 27, Bertuzzi 9, Sarubbi, Durante, Moroni 1, Ruozzi 8, Ollari 16, Grassi 12, Benecchi (L). N.E. Savi, Pizzelli, Pellegrini- All. Codeluppi e Pizzelli.
Offanengo: Dossena 2, Boggiolin 2, Rigoni 12, Previdi, Marozzi 5, Morelli 13, Silvi 6, Faccioli 7, Scorsetti, Verdelli (L). N.e. Bonetti. All. Egeste e Vergine)
 
Arbitri: Bianchi Ivano e Iulia Matteo
 
Durata set: 1°Set 28min. 2°Set. 26min. 3°Set. 24 min. 4°Set. 28 min.
 
Akomag: Ricezione: 61% Pos. (29#); Attacco: 58 punti e 10 errori; Battuta: 6 punti e 11 errori; Muro 9 punti.
Offanengo: Ricezione: 47% Pos. (32#); Attacco: 34 punti e 13 errori; Battuta: 6 punti e 7 errori; Muro 7 punti.
 
Squadra esultaOttima prestazione dell’Akomag che inizia il 2016 a gonfie vele imponendosi con un pesante 3-1 su Offanengo.
Mister Codeluppi, sempre alle prese con l’infermeria che “ospita” ancora Savi e Fiorentini, schiera Sarubbi al palleggio e Lupi opposto, in zona quattro gli schiacciatori Ollari e Grassi, in zona tre i centrali Ruozzi e Bertuzzi e Benecchi libero. Gli avversari iniziano con la formazione standard con Beggiolin al palleggio e Faccioli opposto, l’altra diagonale formata dall’esperto Rigoni e Morelli, al centro la coppia Silvi-Marozzi con Verdelli libero.
L’Akomag parte subito forte e sfrutta al meglio la propria battuta, mettendo alle corde i cremaschi: al secondo time-out tecnico Busseto è avanti 16-9. Con la vittoria ormai tra le mani, Ollari e compagni tirano i remi in barca e giocano il finale con inerzia e distrazione. Gli avversari invece non mollano la presa e, nonostante il continuo svantaggio nel corso dell’intero set, sul finale recuperano prima 21-18 e poi strappano il primo set sul 23-25.
Cambio campo, lavata di testa per i nostri ragazzi, e tutto da rifare per il Busseto. L’Akomag riesce sempre a mantenere il controllo del gioco e Offanengo insegue costantemente. Tra le fila verdiane una pallonata in un occhio costringe Sarubbi a lasciare il campo di gioco ed al suo posto entra Moroni che si fa trovare pronto e serve al meglio i propri attaccanti. Dopo il primo set di lezione, i nostri ragazzi non commettono gli stessi errori e riportano il match in parità sul 25.20.
Le formazioni rimangono pressoché invariate, con Moroni al posto di Sarubbi. La terza frazione di gioco è dipinta solo giallo-blu: un buon servizio ed un ottimo cambio-palla non lasciano scampo agli avversari che vanno in tilt e si arrendono sul 25-15.
Un Offanengo troppo poco incisivo cerca di dare la svolta al match cambiando le carte in tavola: Morelli prende il posto di Faccioli e in posto quattro entra Dossena. Busseto parte ancora forte, ma si intuisce subito che la battaglia non è ancora vinta; i cremaschi ritrovano più sicurezza in ricezione e più ordine nel mero difesa e giocano punto a punto. Nella metà campo bussetana ritorna in campo Sarubbi al posto di Moroni ed il primo time out tecnico vede Busseto avanti 16-15. Ollari e compagni però vogliono i tre punti a tutti i costi e chiudono i giochi sul 25-21.
Ottima partita per i ragazzi di mister Codeluppi che, senza ombra di dubbio, hanno giocato la loro miglior partita. Da sottolineare l’ottima prestazione del libero Benecchi che governa al meglio la ricezione con uno splendido 100% di positività ( e 50% di #) e regala grandi emozioni anche in difesa.
 
Ora la testa è a Viadana che, dopo il tragico crollo del palazzetto avvenuto lo scorso anno, gioca nella palestra della vicina Sorbolo. Quella di sabato sarà una trasferta relativamente semplice per quanto riguarda la distanza, ma sicuramente impegnativa sul rettangolo di gioco. I verdiani hanno già incontrato la formazione allenata da Michele Bovio nel corso delle amichevoli pre-campionato: già in quelle occasioni si è percepito essere una squadra che vanta grandi individualità dal potenziale sicuramente elevato, ed i risultati rimediati sul campo lo dimostrano. L’Akomag però vuole continuare la scia positiva e farà di tutto per arginare i potenti attacchi della squadra lombarda.
 
A.P.

 

I nostri sostenitori

AclLogo150px  Logo ovale nuovo slogan SICIM  Corteauto Logo    akomag 

avis   parametrica LogoMinozzi     tornimec 2Fratelli Finetti 

occhiLogo AXA 1    logo alleroncole 20022014 

    Bottega della carne roncheiServizitalia 1  Logo MEZZADRI 1