Logo QUALITA 2016 standard EXE

MALEDIZIONE TIE-BREAK

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B maschile
 
MALEDIZIONE TIE-BREAK
Laurini Busseto si arrende ancora al quinto set.
 
LAURINI BUSSETO – MODENA VOLLEY UNIMORE
2 – 3
(18-25 / 25-23 / 25-20 / 20-25 / 13-15)
(Laurini Busseto: Lupi 15 , Grassi 18 , Alikaj 13 , Boschi 6, Dioni , Codeluppi 7, Moroni , Savi 1 , Ollari 4, Ruozzi 2, Zilocchi (L). N.e. Alfarano. All. Codeluppi Andrea e Pizzelli Alessandro. Modena Volley: Pramarzoni, Zanni, Zanettin 14, Held, Pinag.G.20, Pinali.R. 24. Marra 6, Baraldi 7, Ferrari.A. 1, Salsi 1, Ferrari.J. 2 , Donadio (L). All. Andrea Tomasini e Luigi Parisi)
Arbitri: Pulcini Gabriele e Bertonelli Marco
 
Dati: Durata set: 1°set.24’; 2°set 27.’; 3° set.26’; 4°set.26’; 5°set.19’.
Laurini Busseto
Battuta: 6 punti e 15 errori. Ricezione pos. 67% (36%prf); Attacco pt 44 % (56pt. e 11err.) Muri fatti: 6.
Modena Volley
Battuta: 3 punti e 14 errori. Ricezione pos. 54% (33%prf); Attacco pt % (60pt. e 16err.) Muri fatti: 10 .
 
MVP del Match: Pinali Roberto, schiacciatore Modena Volley, 24 punti realizzati.
 
Foto BussetoNulla da fare per Laurini Busseto che si arrende ancora al quinto set, questa volta contro i giovani di Modena Volley.
I bussetani scendono in campo con Boschi al palleggio e Alikaj opposto, Codeluppi e Grassi in zona quattro, Ruozzi e Lupi al centro rete e Zilocchi libero. Gli avversari schierano Salsi al palleggio e Zanettin opposto, i fratelli Pinali sulla diagonale opposta ed il tandem Marra-Ferrari al centro rete con Donadio libero.
Il match inizia e gli ospiti partono subito forte, mentre Busseto è ancora con la testa negli spogliatori. In un batter d’occhio il punteggio passa dall’11-16 al 14-21 quasi senza rendersene conto: tra errori diretti e disorganizzazione in campo il set termina con un severo 18-25.
Cambio campo e cambio registro: questa volta le due squadre lottano punto a punto, anche se gli ospiti sembrano sempre avere una marcia in più. Boschi si fida dell’accoppiata Lupi-Grassi che con 11 punti in due mettono quel pizzico in più che riporta il match in parità.
Entrambe le squadre cambiano le carte in tavola al centro rete: nella metà campo bussetana entra Savi per Ruozzi, mentre per i modenesi entra Ferrari Jacopo al posto di Andrea. Laurini Busseto sembra aver trovato il giusto ritmo: mette in crisi la ricezione avversaria con una battuta aggressiva, riesce a non commettere errori in attacco e si contrappone al meglio al servizio avversario. Un parziale quasi perfetto insomma, che si chiude con un meritato 25-20.
Il gioco riprende e, forse anche complici i troppi errori bussetani, gli avversari ritrovano il timing che li aveva caratterizzati nel primo parziale: la correlazione muro-difesa del Busseto è inadeguata agli attacchi modenesi che risultano essere sempre più incisivi e determinanti. Al secondo time-out tecnico è ancora Modena ad avere le redini del set sul 14-16; per cercare più incisività in attacco entra Ollari al posto di Codeluppi , ma anche tra gli ospiti entra l’opposto Baraldi per Zanettin. Adesso è Modena ad avere una marcia in più e porta il match al quinto set.
Eccoci ritrovati al fatidico tie-break: come purtroppo troppo spesso accade, Busseto parte male ed è subito costretta ad inseguire. Coach Codeluppi richiama i suoi, li sprona, e ottiene la reazione cercata: ora il risultato è ribaltato su un incoraggiante 10-6. La squadra di mister Tomasini però non ha nessuna intenzione di arrendersi e, sfruttando tutti e sei i cambi a disposizione, cerca di riaprire il mini-set; tra le fila del Busseto invece torna in campo Codeluppi al posto di Ollari e Moroni al posto del centrale Savi per una battuta più incisiva. Sul punteggio di 12-11 gli ospiti sembrano avere qualcosa in più e così è: il match si chiude 13-15 ed anche questa volta Laurini Busseto conquista solo un misero punticino.
Merito alle giovani promesse del volley che non si sono mai persi d’animo ed hanno sempre lottato per rimanere in partita, soprattutto rispondendo “presente” quando chiamati in causa dalla panchina. Allo stesso tempo però demerito anche del Busseto Volley che, diversamente dalle altre volte, non ha sfruttato ben due occasioni: prima ha avuto la possibilità di chiudere il match nel quarto set ma è ha peccato di troppa disattenzione, facendo tornare in partita gli avversari ; una seconda e più importante nel quinto set dove, avanti per 10-6, non è stato in grado di gestire il vantaggio.
Questa volta la sensazione è quella di aver perso punti importanti e non aver trovato una vittoria che sembra sempre a portata di mano ma non si riesce mai ad afferrarla.

A.P.

DEBUTTO IN CASA CHE VALE SOLO UN PUNTO

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B maschile
 
DEBUTTO IN CASA CHE VALE SOLO UN PUNTO
Presenza e tenacia dimostrata sul campo fanno vedere il bicchiere mezzo pieno.
 
LAURINI BUSSETO – INVICTA EDILFOX GROSSETO
2 – 3
(25-20 / 18-25 / 26-28 / 25-21 / 11-15)
 
Laurini Busseto: Lupi 12 , Grassi 18 , Alikaj 15 , Boschi 3, Dioni 1 , Codeluppi 7, Moroni , Ollari 8, Zilocchi (L). N.e. Alfarano, Manzone e Pizzelli. All. Codeluppi Andrea e Pizzelli Alessandro.
Grosseto:Huller 3, Brandi, Pellegrino 21, Alessandrini 8, Graziani 24, Barbini 2, Granito 7, Giorgi 4, Caldelli (L) . N.e. Morviducci. All. Pantalei Fabio e Fiorentini Giordano
 
Arbitri: Piergiorgio Galantino e Valentina Cimichella
 
Dati:
Durata set: 1°set.27’; 2°set 24.’; 3° set.32’; 4°set.28’; 5°set.17’.
Laurini Busseto :Battuta: 5 punti e 16 errori. Ricezione pos. 51% (31%prf); Attacco pt % (56pt. e 11err.) Muri fatti: 4.
Invicta Grosseto: Battuta: 8 punti e 13 errori. Ricezione pos. 50% (31%prf); Attacco pt % (51pt. e 16err.) Muri fatti:10 .
 
MVP del Match: Graziani Alessandro, schiacciatore Invicta Edilfox Grosseto, 24 punti realizzati.
 
0063Debutto casalingo per la squadra del Busseto Volley contro l’Invicta Edilfox Grosseto: anche questo sabato, così come lo scorso in terra modenese, Ollari e compagni conquistano un tie-break, gettando però la spugna al quinto set.
Un match che arriva dopo una settimana alquanto travagliata a causa delle diverse assenze dovute ad influenze e affaticamenti muscolari che hanno condizionato non poco il sestetto titolare: nonostante alcuni recuperi in extremis, la squadra si schiera con i centrali Ruozzi e Savi sugli spalti.
Coach Codeluppi, dopo aver provato diverse soluzioni in allenamento, decide di mischiare le carte e gioca con una formazione inedita che vede Boschi in regia, Ollari - Codeluppi e Grassi in campo come schiacciatori, Alikaj opposto, Lupi al centro e Zilocchi libero. Dalla parte avversaria della rete nulla di nuovo: Huller al palleggio e Pellegrino opposto, Alessandrini e Graziani in posto quattro e al centro rete Barbino e Granito, con Caldelli libero.
L’arbitro fischia l’inizio del match e Busseto parte subito forte con un gioco, è proprio il caso di dirlo, “fuori dagli schemi”. La battuta aggressiva ed i pochi errori in attacco riescono a mettere al sicuro quei quattro punti di vantaggio che permettono di vincere il primo parziale con serenità.
Cambio campo e cambio musica: Grosseto riordina le idee e riesce ad esprimere al meglio il proprio gioco, guadagnando subito dei punti importanti che costringono i nostri ragazzi ad inseguire costantemente. La ricezione inizia a scricchiolare e il pulsante del “muro” è in modalità OFF. Gli ospiti non ci pensano su troppo e chiudono con un rassicurante 18-25. Dopo il set appena concluso, i padroni di casa sembrano pagare il nuovo modulo di gioco, e questo si ripercuote sul gioco che è troppo falloso e poco ordinato.
Palla dopo palla entrambe le squadre dimostrano di conoscersi sempre meglio e le scelte tattiche iniziano ad essere fondamentali. Il terzo parziale si gioca punto a punto, con gli avversari che mettono sempre più pressione con la battuta, ed i nostri che cercano di sprecare il meno possibile in attacco ed essere più ordinati a muro. Tra le fila toscane, mister Pantalei chiama in causa il centrale Giorgi al posto di Barbini.
Busseto riesce a condurre avanti sino al 21-19, ma sul finire esita troppo e il set si decide ai vantaggi. Entrambe le squadre commettono troppi errori al servizio e non colgono l’occasione per approfittare degli errori avversari; Grosseto però è più audace e riesce a chiudere sul 26-28.
Qualche decisione arbitrale scalda gli animi in campo e tra le due squadre si respira aria di agonismo: questo permette ai nostri ragazzi di tornare in partita e ritrovare la grinta e la voglia di giocare che sembrava essere svanita.
Il gioco riprende con i sestetti invariati e le due squadre che continuano a giocarsela punto a punto: da un lato il gioco dei toscani continua a mettere pressione ai nostri ragazzi, soprattutto con il servizio e con gli attacchi di palla alta; dall’altra si vede un gioco più ordinato e meno falloso. Sul finire coach Codeluppi chiama in causa l’opposto Dioni in prima linea e il palleggiatore Moroni per la battuta: le scelte sono azzeccate e dal 21-20 si vola al 25-21 finale che porta il match al quinto set.
Un tie-break sulla falsa riga di quello della scorsa settimana, con un Busseto troppo poco concreto che non si gioca tutto al 100% commettendo troppi errori e troppi regali. Anche questa volta gli avversari non perdonano e si portano a casa i due punti.
 
Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?
Sicuramente una vittoria avrebbe fatto più piacere, ma tutto sommato si è visto un Busseto in grado di tenere il passo per buona parte della gara, creando buone opportunità e mettendo in pratica quanto provato durante la settimana. Onore e merito comunque agli avversari che, come da pronostico, hanno dimostrato di essere un’ottima squadra con grandi potenzialità.
 
A.P.

LAURINI BUSSETO CONQUISTA SOLO 1 PUNTO

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B maschile

LAURINI BUSSETO CONQUISTA SOLO 1 PUNTO
Prima uscita stagionale: Busseto c’è, ma non basta.


BORGHI CASTELFRANCO - LAURINI BUSSETO
3 – 2
(25-22 / 26-28 / 25-23 / 24-26 / 15-9)

Durata set: 1°set. 28’; 2° set. 41’; 3° set.30’; 4°set.32’; 5°set. 17’.

Borghi Castelfranco: Mantovani 13, Bigarelli 27, Emiliani 10, Montanari 22, Giovenzana 1, Dalla Casa, Gnoni 1, Montorsi 1, Nicolini, Castrogiovanni 12, Bosi (L). N.e. Fregni, Zacchia, Porta. All. Asta Andrea e Bombardi Riccardo.
Laurini Busseto: Lupi 7, Grassi 20, Alikaj 23, Boschi 1, Dioni 1, Codeluppi 3, Moroni 1, Savi 6, Ollari 9, Zilocchi (L). N.e. Alfarano e Manzone. All. Codeluppi Andrea e Pizzelli Alessandro.

Arbitri: Colella – Boscato

Dati:
Borghi Castelfranco.
Battuta: 13 punti e 21 errori. Ricezione pos. 64% (40%prf); Attacco pt 47% (66pt. 15 err.) Muri 8.
Laurini Busseto
Battuta: 7 punti e 12 errori. Ricezione pos. 43% (29%prf); Attacco pt 42% (58pt. 8 err.) Muri 6.

14344766 1182567061766805 7176959777889136818 nSi apre il sipario e Laurini Busseto c’è, ma non abbastanza.
Ecco in sintesi la prima uscita stagionale del Busseto Volley in questo nuovo campionato nazionale di serie B che ha visto i nostri ragazzi impegnati contro Castelfranco Emilia.
Busseto scende in campo con Boschi al palleggio e Alikaj opposto, capitan Ollari e Grassi in zona quattro, Lupi e Savi al centro e Zilocchi libero. Castelfranco si contrappone con Montorsi in regia e Montanari opposto, Bigarelli e Mantovani schiacciatori, Castrogiovanni – Gnoni al centro rete con Bosi libero.
L’arbitro fischia e Castelfranco inizia subito a picchiare forte con il servizio: Ollari e i suoi cercano di contenere gli errori ma sono costretti ad inseguire. Busseto riesce a reagire e recupera, ma sul finire del set i padroni di casa non lasciano scampo e il primo parziale termina 25-22.
Cambio campo e i nostri ragazzi sembrano aver liberato tutta la tensione della prima di campionato: con più ordine a muro e qualche errore in meno si guida in testa tutto il set che ormai, sul 18-21, sembra essere messo al sicuro. Castelfranco però non molla la presa e Busseto riesce a chiudere solo ai vantaggi.
I padroni di casa schierano Nicolini al palleggio, mentre il nostro sestetto rimane invariato. La scia positiva permane sino al 5-8, poi Castelfranco si risveglia e riprende le redini del match. Entra Codeluppi al posto di Ollari per cercare di dare man forte soprattutto in seconda linea, ma gli sforzi sembrano vani e sul 25-23 Castelfranco è avanti 2-1.
Il quarto parziale inizia con Codeluppi in campo dal primo minuto al posto di Ollari. Busseto è consapevole di dover dare il massimo per non tornare a casa a mani vuote, e così inizia ad aumentare la qualità del proprio gioco: 1 errore e ben 3 ace dai nove metri, mentre in attacco si contano solo 3 errori e zero murate subite. Sul 21-17 gli avversari dimostrano ancora una volta di non voler mollare per nessun motivo e portano il set ai vantaggi. Una buona battuta di Lupi e una magia di Alikaj regalano a Busseto il quinto set.
Un tie-break in cui Castelfranco ha risposto presente, mentre Laurini Busseto, forse per le molte fatiche spese, è apparsa appannata e in affanno. Un quinto set a senso unico che costringe Ollari e compagni ad accontentarsi solo di un punticino e a gettare la spugna sul 15-9.

Dopo due mesi di duro lavoro in palestra la squadra ha comunque dimostrato di esserci, ma non abbastanza; o meglio, ha dimostrato di essere sul pezzo ma con troppi cali di concentrazione che hanno lasciato troppo spazio agli avversari. Onore e merito comunque a Castefranco che è scesa in campo si dall’inizio con il piede sull’acceleratore e l’ha mantenuto fino al fischio conclusivo del match.
Nota stonata sicuramente la poca presenza a muro: i soli 6 muri messi a segno dimostrano ancora una volta di non essere all’altezza. Lacrime anche in ricezione: Bigarelli e compagni hanno sempre tirato a mille dai nove metri, mettendo a segno ben 9 ace.
Si torna a Busseto con un punticino in tasca, la consapevolezza di esserci stati, ma di dover lavorare ancora tanto per aumentare la qualità soprattutto nei fondamentali che hanno creato più incertezze.
MVP del match lo schiacciatore Bigarelli che ha realizzato 27 punti ed un’efficienza del 57% in attacco.

A.P.

Tempo di riconferme

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B

TEMPO DI RICONFERME
ConfermatiDopo aver presentato i volti nuovi, è arrivato il momento di dare il "Bentornato" ai ragazzi che ormai sono "di casa"...

Partiamo dal centrale Simone Ruozzi e dal palleggiatore Michele Moroni rispettivamente con il numero 17 e 12. Entrambi non necessitano di grandi presentazioni perché già conosciuti dal pubblico di casa: nel corso della scorsa stagione il regista ha dimostrato di saper rispondere “presente” quando è stato chiamato in causa, ed è pronto per continuare il suo percorso di crescita tecnica e tattica sotto la guida dei consigli di Codeluppi senior; Simone, invece, può essere considerato un esperto della squadra e anche quest’anno sarà determinante per trasmettere la grinta e l’agonismo che lo contraddistinguono.
Rimanendo sempre al centro della rete, è la volta del numero 13 Luca Savi: dopo un’estate trascorsa in Brasile in un’esperienza di volontariato, è già tornato nella bassa per deliziare i suoi compagni con delle perle tutte verde-oro.
Spostiamoci ancora di pochi metri per arrivare in posto quattro: confermatissima l’accoppiata Nicola-Lorenzo. Esuberante, estroso ed istintivo il primo; razionale, tecnico ed equilibrato l’altro. Due caratteri decisamente differenti, ma entrambi indispensabili per un bilanciamento della squadra. In questi anni hanno saputo farsi voler bene sia dai compagni che dal pubblico e non vedono l’ora di tornare nel rettangolo di gioco al sabato pomeriggio.
Per un’equilibrio non solo tattico ma anche geografico, ecco il numero 1 piacentino Michele Lupi. Da qualche mese ci siamo abituati a vederlo entrare in palestra con giacca e cravatta, ma per fortuna quando esce dallo spogliatoio ritorna ad essere il nostro “lupo” di sempre. In questi anni ha fatto passi da gigante e, palla dopo palla, è riuscito ad essere più costante e attento nei momenti chiave della partita.
Ormai le carte sono tutte sul tavolo e i nostri ragazzi sono già al lavoro per dar vita a questa nuova squadra.

Questa sera ci sarà il primo passo di una lunga stagione che vede Laurini Busseto impegnato nell’allenamento congiunto contro l’Energy Parma, allenata da Alberto Raho, che disputerà il campionato di serie C.
 
A.P.

Benvenuti ragazzi!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B.

BENVENUTI RAGAZZI!

Con agosto ormai agli sgoccioli e la preparazione alle porte, ecco che il Busseto Volley prende forma.

CollageDopo i doverosi saluti e ringraziamenti, è arrivato il momento di dare un caloroso “BENVENUTO” ai nuovi atleti che vestiranno la maglia di Laurini Busseto!
Iniziamo dalla cabina di regia: Federico Boschi sarà il palleggiatore del Busseto Volley. Parmigiano di origine, lo scorso anno ha giocato in B2 in quel di Forlì. Pallavolisticamente parlando ha fatto il salto di qualità all’interno del Copra Piacenza dove è arrivato sino alla massima serie. Dal 2011 ha girato per i parquet della B1 in tutt’Italia: prima il biennio a Olbia, poi Trapani ed infine Torino. Un innesto importante, che mira a dare stabilità e fisicità al gioco bussetano.
Dal capoluogo parmigiano arriva anche lo schiacciatore Daniel Codeluppi. Per ben otto stagioni è stato lo schiacciatore numero 10 della Canottieri Ongina: un atleta esemplare per dedizione ed impegno, con una forte predisposizione per la ricezione. Classe 1983 sarà lui a dare quel pizzico d’esperienza alla squadra.
Spostandosi di pochi chilometri verso la bassa, troviamo il libero Luca Zilocchi. Nato come palleggiatore, si è sempre allenato anche in seconda linea fino ad arrivare la scorsa stagione all’Audax Parma. Per il secondo anno consecutivo disputerà un campionato nazionale e non vede l’ora di mettere piede in palestra per mettersi subito al lavoro.
Sono bussetani gli altri due innesti: Salvatore Manzone al centro e Massimo Dioni in posto due. Entrambi vincitori della serie D della scorsa stagione, hanno una storia leggermente diversa. Il primo, classe 1994, ha sempre disputato campionati regionali e sarà questa la sua occasione per mettersi a confronto con atleti più esperti. Massimo invece, storico capitano dell’Akomag Busseto con cui conquistò la storica promozione in serie B2, ha già cavalcato il campionato nazionale e proprio lo scorso anno ha concluso la stagione a fianco di Ollari e compagni per sopperire ai numerosi infortuni. Un orgoglio ed una grande soddisfazione avere altri due storici atleti bussetani all’interno della prima squadra.
È Andrea Alfarano l’atleta che viene da più lontano, precisamente da Castellana Grotte. Da diversi anni studia all’università degli Studi di Parma ed è membro del CUS Parma ai campionati universitari. La scorsa stagione ha giocato in posto quattro in serie C e con grande determinazione ha deciso di intraprendere questa nuova sfida in un campionato nazionale.
Infine, ma sicuramente non per ordine di importanza, da Piacenza arriva Denis Alikaj. Classe 1995 per 199 cm, anche il gigante della squadra arriva dal vivaio della Copra Piacenza e vanta diverse presenze nella nazionale Pre-Juniores. Nelle ultime due stagioni è stato impegnato nei campi della serie A2 prima con Potenza Picena e poi a Corigliano Calabro, mentre nella stagione 2013-14 indossò la maglia della Canottieri Ongina. Nonostante ultimamente abbia sempre giocato in posto due, nella sua carriera ha giocato anche al centro della rete e sarà a disposizione di mister Codeluppi per dare il suo contributo alla squadra.
La società è fiera di vedere Federico ,Luca, Denis, Andrea, Massimo, Salvatore e Daniel indossare la maglia del Busseto Volley ed augura loro un grande in bocca al lupo per la stagione ormai imminente.
In questa sede mi sono limitato ad una breve presentazione, giusto per il dovere di cronaca, ma sono certo che nel corso della stagione avremo modo di conoscerli meglio, svelando retroscena e curiosità sicuramente divertenti.

Per il resto della ciurma… non temete, sarete presto aggiornati!!
 
A.P.

LAURINI BUSSETO, SI PARTE!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B.
LAURINI BUSSETO, SI PARTE!
 
Sesto posto in classifica, 31 punti conquistati con 11 partite vinte ed altrettanto perse: queste erano le parole ed i dati con le quali si concluse la stagione 2015-16 dell’Akomag Busseto.
L’espressione “… di acqua sotto i ponti ne è passata…” credo che sintetizzi al meglio questa pausa estiva: telefonate, e-mail, trattative e lunghe chiaccherate hanno preso il posto del volley giocato. Come preannunciato è arrivata la tanto attesa riforma federale dei campionati che ha portato ad unire i due campionati di serie B1 e B2, in una serie B unica, composta da 120 squadre (più 6 squadre in attesa di ripescaggio) suddivise in 9 gironi. Questo ha imposto alla Società un approccio totalmente differente che ha toccato sia gli aspetti organizzativi sia quelli tecnico-tattici.
È stato anche il momento dei saluti che hanno toccato alcuni dei protagonisti della stagione appena conclusa: dal giovane Pellegrini al regista Sarubbi, passando per gli schiacciatori Fiorentini e Durante, il centrale Bertuzzi e per concludere con il libero Benecchi. Tutti atleti che hanno condiviso con noi vittorie e sconfitte e che, allenamento dopo allenamento, hanno contribuito a raggiungere il risultato finale.
A loro è rivolto un sentito “GRAZIE” ed un grande “In bocca al lupo” per il futuro!!
 
Laurini officine meccanicheÈ quindi tempo di voltare pagina e, come ogni anno, scrivere un nuovo capitolo …
Sul foglio bianco che ci troviamo di fronte la prima parola riguarda proprio la carta d’identità di questa nuova squadra: LAURINI BUSSETO sarà il nome della squadra che parteciperà al campionato nazionale di serie B. Al suo fianco resterà anche lo storico marchio AKOMAG, che ormai da anni sostiene il nostro progetto e a cui va un sentito ringraziamento.
Tra innumerevoli novità, resta invece invariato lo staff tecnico: sulla panchina siederà ancora coach Andrea Codeluppi che, con l’esperienza e la professionalità che lo contraddistinguono, sarà un valore aggiunto per l’intera Società. Al suo fianco sempre Alessandro Pizzelli, ma questa volta con un anno in più d’esperienza in questo ruolo da mettere a disposizione della squadra. Confermatissimo anche il preparatore atletico Andrea Solari: sarà fondamentale il suo aiuto durante l’anno per pianificare al meglio il lavoro in sala pesi, in modo da mantenere una condizione fisica costante e competitiva.
Come preannunciato, anche il rettangolo di gioco vede diverse novità rispetto alla scorsa stagione, ma di questo ci sarà modo di parlarne nei prossimi giorni, giusto per assaporarle poco per volta.
Una cosa è certa: campionato nuovo, squadra in gran parte nuova, ma la voglia di mettersi in gioco è quella di sempre!! Quest’anno più che mai abbiamo bisogno dell’aiuto e del sostegno di tutti voi, CONTINUATE A SEGUIRCI!
 
Mi raccomando, questa sera tutti a tifare ITALIA, in questa magnifica atmosfera olimpica.
 
A.P.

Parola al capitano Ollari!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B


Serie B2 maschile
PAROLA AL CAPITANO OLLARI
 
Con la partita di sabato scorso è terminato il campionato nazionale di serie B2. In questi giorni in ognuno degli atleti, allenatori e dirigenti saranno balenati in testa una miriade di pensieri: stanchezza, bilancio della stagione, sentimenti personali, prospettive per il futuro …
Non c’è cosa migliore che vivere tutto questo attraverso le parole di chi questa stagione l’ha vissuta intensamente e fino in fondo: diamo la parola al capitano Lorenzo Ollari.
 
14 14Ciao Lorenzo,
andiamo per gradi e partiamo dall’inizio. La stagione è iniziata in salita, poi un lento recupero, ma la classifica era sempre severa e non dava mai un attimo di tranquillità: come ti sei sentito dopo la vittoria contro Seriate che vi ha garantito la salvezza matematica?
Abbiamo fatto un bel sospirone a pieni polmoni! Ne avevamo tanto bisogno perché c’era un periodo in cui sentivamo di non essere,rispetto alla classifica, dove meritavamo di stare: in questi casi la cosa più dura è quella di non vedere gli sforzi di tutti ripagati dai risultati del sabato. Quella vittoria, oltre alla salvezza matematica, ha portato una ventata di ottimismo e ha risollevato a tutti il morale e la dimostrazione sono state le quattro vittorie ottenute nelle ultime cinque partite.
 
Per il primo anno sei stato il capitano dell'Akomag: come ti sei trovato in questi panni?
All'inizio è stato un po' difficile: non capivo esattamente se dovesse essere presente nel mio comportamento qualcosa di diverso rispetto a quello che ero solito fare in palestra. Dopo i primi tempi però mi sono confrontato con i due coach e con qualche amico ed ho capito che potevo lasciami andare: da li ho iniziato a vivere questo ruolo serenamente! Credo che il capitano sia una figura importante perché, oltre che essere d’esempio per tutti, deve anche avere sempre un occhio per ogni singolo compagno di squadra, alzare i toni quando è necessario e cercare un confronto quando ce n'è il bisogno! Ringrazio i miei compagni che mi hanno facilitato in ogni modo possibile.
 
Se ti chiedessero 3 aggettivi per descrivere questa stagione? E di spiegare in una manciata di parole il perché...
Impegnativa: siamo stati tanto in palestra, abbiamo avuto un mese intero senza vittorie che ha messo a dura prova gli animi di tutti noi, abbiamo testato la nostra capacità di concentrazione dal primo all'ultimo allenamento.
Sfortunata e qui parlo di infortuni: in 8 mesi abbiamo avuto tre distorsioni alla caviglia, delle quali una che ha tenuto Fiorentini ai box per cinque mesi, tre strappi muscolari ed un problema al ginocchio che ha costretto Simone a stringere i denti per questi ultimi due mesi.
APPAGANTE: sono sicuro che in questi otto mesi ognuno di noi abbia migliorato tantissimo il proprio livello di gioco. Siamo più sicuri, percepiamo meglio i "momenti della partita", abbiamo allargato di molto l'applicazione tattica e la concentrazione. Penso che per uno sportivo non ci sia niente di più bello che vedere i proprio sforzi ripagati, sentirsi migliorati e migliori: è cosi che ci sentiamo.
 
Ormai sono diversi anni che partecipi al campionato Nazionale e per un certo verso possiamo considerarsi un "esperto". Qual è stata la tua impressione sul girone di quest’anno?
Ho la sensazione che le prime quattro squadre (Montichiari, Mantova, Cisano e Viadana) abbiano qualcosa in più rispetto alle prime squadre della scorsa stagione; per il resto la classifica ha dimostrato grande equilibrio dalla quinta alla dodicesima posizione.
Sicuramente l’ultima vittoria contro Viadana è stato grande motivo di soddisfazione e consapevolezza di chi siamo.
 
Sarai al corrente della fusione tra b1 e b2 prevista per la prossima stagione. Secondo te come cambierà il campionato? Quali sono le tue aspettative/timori?
Vado un po' controcorrente e ti dico che secondo me non cambierà eccessivamente. La serie A2 vedrà molte più squadre partecipanti,credo che molte b1 verranno svuotate per riempire i rese della categoria superiore. Nonostante questo il livello sarà sicuramente al rialzo!
 
Ringraziamo il capitano per le belle parole e, soprattutto, per l'impegno e la professionalità dimostrata in questi mesi: un esempio per tutti!
Bravo Lollo!!
 
A.P.

"Incubo" Merate: l'Akomag cede al tie-break

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
“INCUBO” MERATE: L’AKOMAG CEDE AL TIE-BREAK
Il Busseto chiude al sesto posto e Merate si salva.
 
Merate - Akomag Busseto
3– 2
(25-23 / 25-21 / 22--25 / 28-30 / 15-10 )
 
(Akomag Busseto: Lupi 17 , Bertuzzi 17 , Sarubbi 2, Savi 8 , Ollari 8, Grassi 13 , Dioni 5, Moroni 2, Benecchi (L). N.e. Pellegrini 5, Durante 2. N.e. Pizzelli.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Merate: Colombo, Marchesi, Cremona 17, Orsi 15, Cicognini 9, Trittini, Cosa 10, Perego 17, Brambilla 8, Cereda(L). N.E.Gualtieri, Cereda, Gerosa. All. Invernici e Comi. )
 
Arbitri: Mamprin e Rezzonico
Durata set: 1°Set 29 min. 2°Set 30. min. 3°Set.34 min..4°Set. 37 min. 5°Set. 16 min.
Akomag: Ricezione: 60% (Prf.39 #); Attacco: 64 punti e 15 errori; Battuta: 2 punti e 11 errori; Muro punti 14.
Merate: Ricezione: 67 % (Prf.32 #); Attacco: 59 punti e 9 errori; Battuta: 3 punti e 11 errori; Muro punti 14.
 
Squadra esultaA Calusco d’Adda l’Akomag Busseto chiude la stagione con altri due punti in tasca e la consapevolezza di aver dato il massimo;i padroni di casa, invece, conquistano la vittoria e riescono a mantenere la categoria nazionale.
Mister Codeluppi decide di iniziare il match con Sarubbi in cabina di regia e Lupi opposto, Grassi e Pellegrini in zona quattro e Bertuzzi-Savi al centro rete con Benecchi libero; Ruozzi e Fiorentini, ancora alle prese con problemi fisici, sono costretti a guardare il match dalla tribuna. Merate si contrappone con il sestetto tipo che vede Cosa al palleggio con Cremona opposto, Brambilla e Perego al centro con Cereda libero e, a chiudere, gli attaccanti di zona quattro Orsi e Cicognini.
L’Akomag inizia con il freno a mano tirato e non sembra entrare mai veramente in gioco; gli avversari invece sono motivati più che mai e spingono subito sull’acceleratore. Nonostante la netta contrapposizione caratteriale, i padroni di casa non riescono mai a prendere il largo e Busseto è sempre aggrappato al risultato. Sul finire però Merate è più incisiva e commette meno errori e si porta sul definitivo 25-23.
Il secondo set inizia con la stessa formazione e anche l’andamento del match non subisce grossi cambiamenti: al secondo time-out tecnico Busseto conduce per 16-15, ma in un batter d’occhio il tabellone passa sul 18-21. Gli attaccanti dei verdiani sono sempre meno incisivi e, in compenso, un muro scomposto e disordinato permette agli avversari di andare a nozze. Mister Codeluppi gioca la carta del doppio cambio con Moroni-Dioni al posto di Lupi-Sarubbi; nulla da fare e i padroni di casa volano sul 2-0.
Il terzo parziale inizia con Ollari in campo al posto del giovane Pellegrini. Sulla scia dei due set precedenti Merate acquista sempre più sicurezza e Busseto va in tilt. La sfortuna dimostra ancora una volta di essersi affezionata alla nostra metà campo e, dopo pochi minuti, Grassi è costretto a lasciare il campo zoppicando; al suo posto entra Durante che come ormai ci ha dimostrato, risponde subito “presente”. Punto dopo punto i nostri ragazzi ritrovano l’orgoglio e riescono a recuperare: gli errori in attacco diminuiscono drasticamente e anche il gioco avversario inizia a farsi più falloso. Viene chiamato ancora il doppio cambio e questa volta da i risultati sperati: sul 22-25 la partita si riapre.
Il gioco riprende con Moroni al palleggio e Durante-Ollari in posto quattro. Dopo i primi tre parziali in cui si è vista una ricezione non troppo brillante, le percentuali iniziano ad aumentare e anche l’attacco ne raccoglie i frutti. Adesso è l’Akomag che ha in pugno il gioco e vola dal 13-16 al 18-21, facendo sperare in un risultato ormai scontato; i padroni di casa però non gettano la spugna ed anzi, vogliono i 3 punti per assicurarsi la salvezza .Palla dopo palla riaprono il risultato e portano il set ai vantaggi: Ollari e compagni sprecano molto, ma riescono solo a spuntarla ai vantaggi.
Il match si decide al tie-break: un quinto set che per l’Akomag vale l’orgoglio di chiudere con cinque vittorie consecutive, mentre per Merate vale la salvezza. Ollari e compagni sono stanchi e iniziano con il piede sbagliato. Sul cambio campo c’è una piccola reazione, ma il punteggio è fermo sul 12-9 e lascia poche speranze. Su 21 attacchi ne vengono realizzati solo 7, ed è così che la stagione 2015/16 si chiude sul 15-10.
I due punti conquistati non permettono di scavalcare San Martino, e l’Akomag chiude al sesto posto in classifica, con 31 punti, 11 vittorie ed altrettante sconfitte. Merate si conferma la “bestia nera” del Busseto: l’unica squadra, tra quelle arrivate nella parte bassa della classifica,ha vantare due vittorie nei rispettivi match contro i verdiani.
 
A.P.

Ultimo appuntamento per l'Akomag Busseto!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile
 
Ultimo appuntamento per l’Akomag Busseto.
Capitan Ollari: “vogliamo chiudere in bellezza!”.
 
L’Akomag Busseto chiude il campionato in trasferta, precisamente in quel di Merate: appuntamento domani sera alle ore 21.00.
I ragazzi di coach Codeluppi, che arrivano da quattro vittorie consecutive, attualmente si trovano al sesto posto in classifica: sono 30 i punti conquistati nelle 21 gare disputate, con 11 vittorie all’attivo. Dall’altra parte della rete ci sarà la formazione locale guidata da mister Invernici, ferma al nono posto e impegnata nella "corsa salvezza" nell’ultimo match della stagione.
Classifica B2La classifica parla chiaro: mentre Carate e Offanengo sono matematicamente retrocesse, sono ben quattro le squadre che si giocano il pass per la B unica della prossima stagione: Audax, Merate e Seriate si trovano tutte a 24 punti, mentre Azzano è sola a 25 punti.
Anche il calendario parla chiaro e la ventiduesima giornata di campionato, che prevede il fischio di inizio alle ore 21.00 per tutte le partite, non fa sconti a nessuno: se Merate si gioca la salvezza contro Busseto, ad Azzano arriva il fanalino di cosa Carate, mentre Seriate è impegnata in quel di Offanengo. Altro match decisivo è quello che si disputa nel capoluogo parmigiano tra Audax Parma e San Martino in Rio.
Insomma, dopo mesi e mesi passati a darsi battaglia, il campionato rimane vivo sino all’ultimo.
Ollari e compagni, nonostante la salvezza raggiunta ormai da due settimane, non mollano la presa e dopo la vittoria al tie-break contro Viadana sono decisi a puntare al quinto posto. Nonostante qualche problema fisico (ormai una consuetudine per l’Akomag) e altre indisposizioni per impegni lavorativi, i nostri ragazzi hanno svolto regolarmente le tre sedute di allenamento e sono pronti per l’ultimo appuntamento della stagione.

Forza Akomag, vogliamo chiudere in bellezza!
 
A.P.

L'Akomag saluta il suo pubblico con una bella vittoria!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
L'AKOMAG SALUTA IL SUO PUBBLICO CON UNA BELLA VITTORIA!
Applauso meritato per il 3-2 conquistato contro Viadana
 
Akomag Busseto – E’ Più Viadana
3 – 2
(21-25 / 25-19 / 22-25 / 26-24 / 15-11)
 
(Akomag Busseto: Lupi 21 , Bertuzzi 8 , Sarubbi 2, Savi 2 , Ollari 13, Ruozzi 7, Grassi 23 , Dioni 1 Moroni, Benecchi (L). N.e. Pellegrini e Fiorentini. All. Codeluppi e Pizzelli.
Viadana: Chiesa 15, Perrella 2, Bettini, Schiavo 6, Fellini 19, Vecchi Michele 10, Bellomaria 16, Cro 5, Carnevali (L). N.e. Lucotti, Galli, Vecchi Marcello. All. Rasi e Marmiroli.)
 
Arbitri: Falavigna Alessandro e Bosio Stefano.
Durata set: 1°Set 26 min. 2°Set 27. min. 3°Set.26 min..4°Set. 31 min. 5°Set. 19 min.
Akomag: Ricezione: 64% (Prf.43 #); Attacco: 61 punti e 15 errori; Battuta: 3 punti e 10 errori; Muro punti 13.
Viadana: Ricezione: 54 % (Prf.29 #); Attacco: 49 punti e 11 errori; Battuta: 9 punti e 16 errori; Muro punti 15.
 
Nicola Grassi, schiacciatore.
2 2Applausi e complimenti per i ragazzi dell’Akomag Busseto che vincono l’ultimo match casalingo della stagione contro Viadana: una vittoria che fa salire la squadra parmigiana a quota trenta punti.
Il match inizia con assenze da ambedue le parti: coach Codeluppi deve fare a meno di Durante ed al suo posto rientra in panchina Fiorentini che inizia a recuperare solo ora dopo mesi dal grave infortunio alla caviglia; dall’altra parte invece manca lo schiacciatore Allesh che è costretto alla tribuna per un infortunio rimediato in settimana.
lo starting-six bussetano quindi non vede grandi stravolgimenti e a fianco di capitan Ollari scendono in campo il collega di reparto Grassi, gli altri due “tandem” sono Sarubbi-Lupi sulla diagonale di posto due e Ruozzi-Bertuzzi al centro rete con Benecchi libero. Nella metà campo di Viadana, invece, mister Rasi schiera Crò al palleggio con Chiesa opposto, in zona quattro gli schiacciatori Fellini - Vecchi e al centro Bellomaria e Perrella con Carnevali libero.
Con la salvezza raggiunta dall’Akomag nella scorsa settimana e la mancanza di promozioni, i punti in palio non stravolgerebbero di certo la classifica: il volley però è molto più che una semplice classifica, e già dai primi scambi si intuisce che l’agonismo e la voglia di vincere non calano ed anzi, entrambe le squadre vogliono dimostrare il loro vero valore e conquistare il risultato finale.
Il primo set si gioca punto a punto, ma i bussetani sono alle prese con un attacco poco efficiente ed una battuta troppo “scolastica”; nella metà campo avversaria invece il servizio è sempre più incisivo e l’attacco mette in difficoltà il nostro sistema muro-difesa. Sul finire i dettagli fanno la differenza e Viadana chiude avanti 21-25.
Il secondo parziale inizia con i sestetti invariati e il cambio campo sembra dare una scossa all’Akomag che torna in campo e dimostra di aver “imparato la lezione”: vengono rispettate le consegne tattiche, la battuta inizia ad essere un fondamentale offensivo e finalmente anche il palleggiatore avversario è costretto a giocare palle alte e non sempre precise. Sul finire entra Savi per forzare il servizio e sul 25-19 il match torna in parità.
Le due squadre ritornano in campo e in un batter d’occhio l’agonismo raggiunge le stelle. I nostri ragazzi però peccano di troppo nervosismo che fa andare in stallo il sistema di gioco: l’Akomag è sempre costretta ad inseguire, gli attaccanti non riescono a mettere a terra il pallone e gli avversari ne approfittano. Coach Codeluppi fa entrare Moroni per Sarubbi e Savi al posto di Ruozzi, ma la storia non cambia e Viadana si porta sul 1-2.
I padroni di casa però non si danno per vinti e, con Savi al posto di Ruozzi, si torna sul parquet di gioco per iniziare una nuova battaglia. Grassi, Benecchi e Ollari ricevono con percentuali stellari e Sarubbi riesce a distribuire il gioco a proprio piacimento; i nostri attaccanti non commettono errori e concedono pochissimo agli avversari. Unica nota dolente è il muro che non riesce a fermare gli attacchi di Chiesa e compagni: entra quindi Ruozzi per Savi, ma gli avversari recuperano il distacco e portano il match in parità. Sul fotofinish Busseto mette a terra i due palloni che fanno la differenza ed il match si decide al quinto set.
L’Akomag ha speso molto nel quarto parziale e ne paga le conseguenze all’inizio del quinto: dopo pochi minuti Ruozzi è costretto a lasciare il terreno di gioco a causa di un dolore al ginocchio e al suo posto torna in campo Savi. Nel frattempo però gli avversari continuano a martellare e si passa dal 2-5 al 6-10.
Coach Codeluppi richiama all’ordine i suoi e si gioca la carta del doppio cambio con Dioni-Moroni al posto di Sarubbi-Lupi. I risultati arrivano e pian piano inizia il lento recupero; con un break strepitoso il Busseto si porta avanti 12-10! Si chiude il doppio cambio e sul 15-11 si chiude anche il match con Ollari e compagni che conquistano i due punti.
Finalmente, alla penultima giornata di campionato, l’Akomag Busseto ha saputo dimostrare di potersela giocare contro una delle “Grandi” del campionato.
Tra tutti sicuramente da sottolineare la buona prestazione dello schiacciatore Grassi che non solo chiude con 23 punti all’attivo, ma anche con un 86% di positività in ricezione: bravo nicolino!
 
A.P.

Akomag Busseto: è salvezza!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG BUSSETO: E’ SALVEZZA!
Tre punti che conquistano la serie B a girone unico.
 
Offanengo - Akomag Busseto
1– 3
(25-23 / 19-25 / 21-25 / 22-25 )

(Akomag Busseto: Lupi 17 , Bertuzzi 19 , Sarubbi 2, Savi 2 , Ollari 8 , Ruozzi 1 , Durante 1, Grassi 11 , Moroni, Benecchi (L). N.e. Pellegrini e Dioni.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Offanengo: Beggiolin 1, Morelli 5, Faccioli 21, Silvi 4, Rigoni 14,Marazzi 9.Dossena, Scorsetti, Verdelli (L). N.e.Bonetti e Previdi. All. Egeste e Vergine. )
 
Arbitri: Pavanello Riccardo e Bacchella Vanessa
Durata set: 1°Set 28 min. 2°Set 27. min. 3°Set.29 min..4°Sett. 31 min.
Akomag: Ricezione: 72% (Prf.54 #); Attacco:45 punti e 10 errori; Battuta: 3 punti e 12 errori; Muro punti 13.
Offanengo: Ricezione: 59 % (Prf.39 #); Attacco: 37 punti e 19 errori; Battuta: 3 punti e 6 errori; Muro punti 14.
 
Mattia Bertuzzi, centrale.
5.5L’Akomag Busseto non si fa intimidire e conquista tre punti che garantiscono la salvezza automatica e sono il pass per la serie B unica della prossima stagione.
Sfida salvezza quella che va in scena al PalaCoim di Offanengo tra la squadra locale e l’Akomag Busseto. L’Akomag ha la prima delle tre occasioni a disposizione per chiudere i conti e centrare la salvezza, mentre i padroni di casa sono costretti a vincere per uscire dalla zona rossa e prendere una boccata d’ossigeno.
Che altro dire? La posta in gioco è altissima e già dal riscaldamento si respira tensione, concentrazione e agonismo.
I parmensi iniziano il match schierando Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, in zona quattro iniziano capitan Ollari e Grassi, mentre al centro rete il tandem Bertuzzi-Ruozzi con Benecchi libero.
I padroni di casa si contrappongono con Beggiolin al palleggio e Faccioli opposto, i centrali sono Silvi e Marazzi, in posto quattro l’esperto Rigoni affiancato da Morelli e Verdelli libero.
Il match inizia punto a punto ma i padroni di casa appaiono sin da subito più lucidi e dopo poco riescono a conquistare un break di vantaggio che gli permette di giocare con più tranquillità. Coach Codeluppi chiama forze nuove dalla panchina e fa entrare Durante al posto di Ollari, mentre utilizza al servizio Moroni e Savi per mettere in difficoltà il cambio palla avversario. Nulla da fare però e Offanengo chiude il primo parziale meritatamente.
Cambio campo e riprende la battaglia, con Durante che parte nel sestetto titolare e il resto della formazione rimane invariata. Offanengo continua con la scia positiva del set appena vinto e conquista il primo time-out tecnico sull’ 8-4. L’Akomag però non molla e punto dopo punto riesce a rientrare in gioco portandosi avanti 14-16: nella metà campo giallo blu aumenta la qualità della ricezione ed i nostri attaccanti iniziano ad evitare il muro avversario. Sul 19-25 il match si riporta in parità.
I padroni di casa devono assolutamente fare punti e, supportati dal pubblico amico, riprendono il ritmo del primo parziale, mettendo in crisi il gioco bussetano. Gli attacchi faticano ad andare a terra, le battute sono poco incisive e troppo fallose, ed in un baleno Offanengo comanda 16-13. Dalla panchina viene richiamato in causa Ollari al posto di Durante, Moroni al posto di Sarubbi e Savi per Ruozzi. Le scelte di coach Codeluppi risultano azzeccate ed il gioco inizia a funzionare come dovrebbe. Come previsto la battuta è il fattore determinante: Benecchi, Ollari e Grassi riescono a mantenere una positività importante, mentre gli avversari iniziano a soffrire il nostro servizio. L’Akomag recupera ed è avanti 19-21. Sul finire ritorna in campo il regista Sarubbi e senza troppi problemi l’Akomag conquista il punto salvezza sul 21-25.
I bussetani però non si accontentano e vogliono continuare a martellare, mentre per i cremaschi la classifica impone di andare al tie-break. I due sestetti rimangono invariati, unica eccezione Savi per Ruozzi.
Forse tranquillizzati dal risultato, i nostri ragazzi partono rilassati, mentre i padroni di casa sono determinati più che mai. L’orgoglio però non lascia passare inosservato nulla e sotto rete gli animi si scaldano sempre più: Ollari e compagni riordinano le idee e vogliono a tutti i costi i tre punti. Detto e fatto: sul 22-25 si chiude il match e arriva la tanto attesa vittoria.
Tre punti che valgono un campionato, tre punti che valgono il pass per partecipare alla serie B unica del prossimo anno, tre punti che sono il meritato risultato per giocatori, staff tecnico, tifosi e società.
Ottima prova di tutta l’Akomag che si è dimostrata compatta ed unita, soprattutto chi è stato chiamato in causa dalla panchina per dare man forte in campo; da sottolineare sicuramente la prova superlativa del centrale Bertuzzi che chiude il match con 19 punti realizzati (dieci muri, otto attacchi e un ace).
 
BRAVI RAGAZZI, VE LO SIETE MERITATI!
 
A.P.

Akomag: una vittoria che convince!

Scritto da Alessandro Pizzelli. Inserito in News serie B

Serie B2 maschile.
 
AKOMAG: UNA VITTORIA CHE CONVINCE!
Arriva il primo 3-0 della stagione: Seriate ko.
 
Akomag Busseto – Aurora Seriate
3– 0
(25-18 / 25-19 / 25-16 )

(Akomag Busseto: Lupi 16 , Bertuzzi 8 , Sarubbi 2, Savi , Ollari 11 , Ruozzi 5 , Grassi 16 , Benecchi (L). N.e. Pellegrini , Moroni, Durante e Dioni.. All. Codeluppi e Pizzelli.
Aurora Seriate: Beretta 9, Brembilla 4, Salmaso 9, Marcassoli 1, Previtali 3, Valoti 1, Pesina 3, Cortesi 2, Fumagalli(L). N.e. Rota, Nicoli e Pedersoli. All. Gilera e Alessio)
 
Arbitri: Vitelli Giancarlo e Scarpulla Federico
Durata set: 1°Set 27 min. 2°Set 27. min. 3°Set. 22 min.
Akomag: Ricezione: 74 % (Prf.40 #); Attacco: 41 punti e 6 errori; Battuta: 5 punti e 7 errori; Muro punti 12.
Seriate: Ricezione: 48 % (Prf. 27 #); Attacco: 25 punti e 3 errori; Battuta: 3 punti e 7 errori; Muro punti 4.
 
Nicola Grassi, schiacciatore.
2 2L’Akomag Busseto fa suo il match salvezza con il suo primo 3-0 stagionale e si allontana dalla zona rossa.
Coach Codeluppi si affida alla sua formazione tipo e schiera Sarubbi in cabina di regia con Lupi opposto, capitan Ollari e Grassi sulla diagonale opposta e Ruozzi-Bertuzzi al centro rete con Benecchi libero.
I bergamaschi di Seriate si contrappongono con Cortesi al palleggio e Valoti opposto, Salmaso e Previtali in posto quattro ed i centrali Pessina e Beretta alternati dal libero Fumagalli.
L’Akomag parte subito decisa e concentrata, limitando al minimo il numero degli errori e mostrando grande ordine nella fase muro-difesa. Sarubbi riesce a servire al meglio i suoi attaccanti che chiuderanno la prima frazione di gioco con soli tre attacchi murati e zero errori. Gli avversari non riescono a ingranare e sul finire provano anche la carta del doppio cambio con Marcassoli e Brembilla che entrano rispettivamente al posto di Valoti e Cortesi; il Busseto invece non altera gli equilibri in campo e viene chiamato in causa solo il centrale Savi per mettere in difficoltà la ricezione bergamasca. Senza troppi problemi i nostri ragazzi conquistano il primo set 25-18.
Il match riprende con i sestetti invariati, e anche la musica rimane invariata: l’Akomag parte subito forte e comanda la prima parte del parziale. Gli avversari però ci credono ancora, mentre i nostri, forse peccando di spavalderia, sbagliano troppo e al secondo time-out tecnico il punteggio è fisso sul 16-15. Coach Codeluppi richiama all’ordine i suoi, ricordando loro il valore della posta in palio: i ragazzi tornano sul parquet di gioco più carichi che mai e riprendono a giocare ordinati e precisi. Sul finire entra sempre Savi al posto di Ruozzi, mentre Seriate riprova il doppio cambio;ormai però tutto è deciso e anche il secondo set si chiude 25-19 per il Busseto.
Il sestetto verdiano rimane invariato, mentre nell’altra metà campo mister Gilera fa ruotare i suoi e mette l’opposto Valoti ai box, spostando Previtali opposto e Brembilla in posto quattro . L’Akomag però non si fa problemi e mostra sin dai primi scambi di avere fame di vittoria e di non voler ripetere alcun passo falso: palla su palla allunga il passo e dall’8-4 si porta sul 16-9. Gli avversari non riescono a trovare soluzioni e mister Gilera prova a cambiare il palleggiatore Cortesi con Marcassoli. I bussetani però non fanno sconti ed anzi, una volta migliorata la qualità della ricezione, gli attaccanti riprendono a martellare e a far male alla difesa avversaria.
Ollari e compagni chiudono il match sul 25-16, conquistando il primo 3-0 stagionale ma, soprattutto, mettendo in tasca 3 punti fondamentali in chiave salvezza. Finalmente si è vista una grande prestazione di tutta la squadra: una squadra ordinata, che rispetta le consegne tattiche e senza i famosi “buchi neri” che hanno fatto fare troppi passi falsi nelle partite scorse. Nell’euforia collettiva si sono distinti l’opposto Lupi e lo schiacciatore Grassi, che chiudono il match con 16 punti ciascuno.
In questa domenica di sole e di primavera i ragazzi possono finalmente godere della bella vittoria, ma da domani inizia un altro film che si chiama Offanengo, altro sipario determinante per restare nel campionato nazionale.
 
BRAVA AKOMAG!!
 
A.P.

I nostri sostenitori

 tornimec 2   Laurini officine meccaniche logo acl akomag 

  parametrica LogoMinozzi     occhi Tinelli new  

Logo AXA 1  FerrariEBedini  Fratelli Finettilogo alleroncole 20022014 

LogoQBM  avis  Bottega della carne roncheiServizitalia 1