Nicola Grassi: una riconferma di cuore e speranza!

Scritto da Alessandro Pizzelli Il . Inserito in News serie B

 

Serie B2 maschile.
 
Nicola Grassi: una riconferma di cuore e speranza!
Nicolino è la sesta riconferma dell’Akomag.
Grassi
Lo schiacciatore di Sant’Ilario d'Enza, classe 1994, è pronto per affrontare la terza stagione consecutiva a Busseto. Cuore e speranza?? Esattamente: la speranza di rivederlo presto in campo dopo il brutto infortunio, e il cuore con cui ha dimostrato di indossare la maglia in queste due stagioni.
Purtroppo l’ultimo campionato non è stato per niente fortunato: i vari infortuni lo hanno costretto a rimanere fuori dal campo per lungo tempo e, a tre giornate dal termine, la rottura del tendine d’Achille lo ha messo definitivamente fuori dai giochi. Dopo quella “maledetta” partita e la corsa verso l’ospedale, Nicola si è sottoposto all’intervento chirurgico (Dott. Maniscalco) ed ha iniziato un lungo percorso riabilitativo presso il “Centro Parmense Riabilitativo”. Un infortunio complesso che richiede tempi lunghi e molta cautela. Ad oggi si possono già vedere i primi risultati, ma bisognerà attendere ancora un mese prima di potersi sbilanciare riguardo al ritorno effettivo in palestra.
Grassi riabilitazioneNonostante quanto accaduto, l’atleta si dice carico e determinato a recuperare al cento per cento:“L’infortunio non è sicuramente dei più semplici, ma sto lavorando quotidianamente per tornare a dare il mio supporto alla squadra. Oggi sto molto meglio e pian piano sto riprendendo con corsetta e lavoro in sala pesi. Colgo l’occasione per dire al mio amico Lupi di godersi questo inizio stagione senza di me, perché appena torno continuerò ad insegnargli come si gioca al volley …”
Un Nicola che non perde l’occasione per scherzare e lanciare messaggi ai suoi compagni: quelli che con lui hanno condiviso vittorie e sconfitte e che lo aspettano a braccia aperte.
Il giovane spavaldo e fuori dagli schemi di due anni fa, giorno dopo giorno, si è affezionato sempre di più al paesotto immerso nella nebbia, ha costruito amicizie e, dopo l’esperienza del primo anno, ha saputo caricarsi la squadra sulle spalle anche nei momenti meno felici. Insomma, un ragazzo un po' matto ma con un grande cuore, che mette il 110% su ogni pallone e che non vede l’ora di schiacciare ancora per l’Akomag.
 
 
Forza Nicola, non vediamo l'ora di rivedere le tue esultanze spettacolari!

A.P.